L'anti-Halloween: la parrocchia organizza una festa per famiglie all'oratorio

30/10/2015 - “Halloween? No grazie, sono un cristiano”. E' lo slogan lanciato dalla parrocchia di Cesano che in vista dell'imminente festa “pagana” propone un nuovo e diverso modo di fare festa.

Negli ultimi anni la diffusione della festa di Halloween, nata dalla tradizione anglossassone e particolarmente amata da sempre negli Stati Uniti, sta coinvolgendo sempre di più anche i giovani senigalliesi. Quest'anno però dal mondo cattolico arriva un monito. Stop ai festeggiamenti di natura “laica” per i cattolici che devono invece pensare al valore religioso del 1° novembre. L'invito al cambio di rotto arriva dalla parrocchia di Cesano di don Mario Camborata che, con l'aiuto e la collaborazione dei genitori dell'Oratorio, hanno organizzato una festa alternativa a quella di Halloween, festeggiato il 31 ottobre.

“Usa la testa non la zucca!” è l'invito con cui la parrocchia di Cesano richiama i giovani a riscoprire il significato della festa religiosa. “Noi cristiani abbiamo già le nostre festività religiose, ed il 1° Novembre è la festa di Tutti i Santi. Per far mascherare e divertire i bambini abbiamo già il Carnevale. E' così indispensabile farli vestire da demoni e zombi? A quale genitore piace immaginare il proprio figlio con il viso sfregiato e fatto a brandelli? Nemmeno per scherzo vero? Allora perchè l'accettate? Quale messaggio positivo manda questo fenomeno? Non dobbiamo per forza accettare tutte le “mode” che ci vengono imposte”.

La risposta della Parrocchia di Cesano è una festa organizzata per sabato 31, in concomitanza con la “pagana” festa di Halloween, dal titolo “Vivi la Festa, noi facciamo festa... a modo nostro”. L'appuntamento è per le 17 all'oratorio per partire poi alla volta del Luna Park di Villa Torlonia insieme alle famiglie. Alle 19,45 è prevista un momento di preghiera in chiesa, a Cesano, con canti per i ragazzi. Alle 20 poi tutti a cena insieme all'oratorio condividendo ciascuno quelle che vuole portare. E dopo cena, via alla festa con giochi, dolci, vino (solo per i grandi) e castagne”.







Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2015 alle 18:12 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 1726 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apQT