“Bike sharing”, servizio in ristrutturazione. Mangialardi: “Vogliamo offrire soluzioni sempre più all’avanguardia”

bike sharing 28/10/2015 - Il Comune di Senigallia sta vagliando nuove opportunità per favorire e promuovere la mobilità sostenibile in città, in particolare per ciò che concerne il bike sharing.

Sono state pertanto al momento ritirate quasi tutte le biciclette del servizio di bike sharing "C'entro anch'io", il progetto che consentiva il noleggio gratuito di biciclette per spostarsi nel territorio di Senigallia.

“Siamo stati tra i primi a introdurre questo tipo di servizio – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – e siamo diventati un modello nella promozione della mobilità sostenibile per molte città costiere e non solo, anche grazie alla pedonalizzazione del centro storico e alla creazione di parcheggi a corona, che proprio in questo periodo stiamo riorganizzando. È chiaro, però, che non ci si può adagiare su quanto fatto. Il nostro obiettivo è quello di valutare risorse e costi per offrire un servizio più all’avanguardia e adeguato alle esigenze degli utenti”.

“Abbiamo scelto di ritirare le biciclette - dichiara l'assessore ai Lavori pubblici Enzo Monachesi - perché quelle in uso avevano evidenziato numerose criticità dal punto di vista della manutenzione dei mezzi, che risentivano dell'usura del tempo. Il servizio è stato attivato dal Comune di Senigallia nel 2007: era evidente che avesse bisogno di un'analisi accurata per studiarne stato di attuazione e opportunità future”.

“Certamente – conclude il sindaco - dovremo fare i conti con le risorse che riusciremo a reperire. Attualmente stiamo vagliando le novità offerte dal mercato per valutare la possibilità di introdurre soluzioni più moderne, innovative ed efficaci che andrebbero a sostituire i vecchi mezzi ormai obsoleti”.

Si ricorda in ogni caso che l'ufficio relazioni con il pubblico di via Manni (mattino: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30; pomeriggio: dal lunedì al giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,15) è disponibile per il ritiro della chiave decodificata agli iscritti al servizio che volessero riconsegnarla e vedersi così restituita la cauzione versata per l'iscrizione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2015 alle 12:43 sul giornale del 29 ottobre 2015 - 1473 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apLO


Se questa informazione potra' arrivare a chi di dovere, suggerirei di seguire l'esempio fatto in altre citta' dove le biciclette sono offerte con una minima tariffa (gratis per meno di una giornata, il costo di un caffe' per una intera giornata di uso, pacchetti sconto per un uso piu' duraturo) e la presenza di sponsorizzazioni di aziende, locali e non.

tex53 Utente Vip

29 ottobre, 08:45
propongo bici elettriche... per i pigroni.....

massimo giannini

29 ottobre, 14:20
CONSIGLIO DI IMITARE LA CITTA' DI MODENA CON BICICLETTE DEGNE DEL LORO NOME.

sporche vecchie e schifose utilizzate solo da tossici ed extracomunitari....vergognatevi!!! del resto quando è pantalone a pagare che ce ne frega....




logoEV