Incontro al Lions con il dottore Makki Abbdulghani sulla 'Tragedia Siriana'

26/10/2015 - Una foto di un bimbo di due anni,solo sulla spiaggia, immobile su una terra straniera, a Bodrum, in Turchi in braccio ad un gente della polizia turca ha colpito i nostri cuori e le nostre coscienze e ricordato che migliaia di siriani fuggono dalla guerra e dalle coste turche cercando di raggiungere la Grecia su imbarcazioni di fortuna.

Il Dott Makki  Abbdulghani  giovedi  22 ottobre al Lions Club di Senigallia  ha ripercorso Il conflitto  che è iniziato il 15 marzo 2011 con le prime dimostrazioni pubbliche e  si è sviluppato in rivolte su scala nazionale, per poi divenire guerra civile nel 2012 ed è ancora in corso.

A causa della posizione strategica della Siria,ha illustrato il Dott Makki, i suoi legami  internazionali e del perdurare della guerra civile, la crisi ha coinvolto i paesi confinanti e l'intera comunità internazionale. Gli organi dirigenti del Partito Ba'th e lo stesso presidente appartengono alla comunità religiosa alawita, una branca dello sciismo che è  minoritaria in Siria. Per questo motivo, le nazioni a maggioranza sciita sono intervenute a protezione del governo siriano e che se  le prime manifestazioni antigovernative avessero uno spirito "laico", il consolidarsi  della crisi ha polarizzato gli schieramenti, portando la componente sciita a sostenere il governo insieme a gran parte delle minoranze religiose e  il fronte dei ribelli rimane composto prevalentemente da sanniti.

Secondo l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR), un’organizzazione non governativa con sede a Londra,  ci sono stati i 210.000 morti tra marzo 2011 e febbraio 2015 circa un terzo sono civili e  si contano quasi tre milioni di rifugiati nei paesi confinanti e circa sei milioni di sfollati interni. Solo nella provincia di Aleppo, la città martire e simbolo di questa guerra, un milione e 250 mila persone hanno bisogno di cibo.

Il segretario generale Ban Ki-moon, ha descritto la Siria come "La più grande emergenza umanitaria e il più grave pericolo per la pace e la sicurezza che il mondo ha mai dovuto affrontare." Intanto, le diverse agenzie delle Nazioni Unite (UNHCR, UNICEF, ecc.) impegnate negli aiuti continuano a lanciare appelli per non dimenticare la gente di Siria ai governi e ai privati.  
        
Il Dott Makki  è  Presidente del Lions Club Fermo , Porto San Giorgio nato ad Aleppo  e Laureato in Medicina presso l’Università degli Studi di Perugia, vive da molti anni in Italia, dove ha esercitato la professione medica  ed  è consigliere provinciale e presidente della Commissione culturale dal 199 al 2004 , è autore di libri di ninnananne e per bambini e pubblicato la “La gazza ladra “ . fiabe dall’Oriente che è esposto nel padiglione italiano della fiera del libro al Cairo.

Il Dott Egisto Tonti, Presidente del Lions Club di Senigallia ha ringraziato  a nome di tutti i soci e dei graditi ospiti il Dott Makki  Abbdulghani per la sua relazione , esposta con passione e partecipazione .               

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2015 alle 12:23 sul giornale del 27 ottobre 2015 - 516 letture

In questo articolo si parla di attualità, Lions Club Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apFG