12.000 presenze per il Labirinto di Mais 2015, appuntamento al 2016 con tante sorprese

23/10/2015 - Boom di presenze per il Labirinto di Mais di Senigallia realizzato, con il patrocinio del Comune, dalla società cooperativa H.O.R.T. nella frazione di Borgo Catena, sul terreno agricolo lungo la strada Corinaldese, in corrispondenza dell'incrocio con la Strada Comunale delle Grazie, di proprietà della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti.

Il Labirinto di Mais 2015, realizzato su una superficie agricola di circa 4,5 ettari coltivata a mais e quest’anno dedicato alle Terre del Duca (riproduceva la facciata del Palazzo Ducale di Urbino), ha registrato 12.000 presenze.

Dopo il successo e l’elevato gradimento riscontrato nel 2013 e 2014, anche nella stagione 2015- conferma il presidente della H.O.R.T. Luca Kogoj- il Labirinto di Mais si è confermato un prodotto turistico vincente e molto apprezzato sia dai cittadini che dai turisti provenienti da tutta Italia”.

Un successo confermato, oltre dal dato relativo alle presenze di visitatori, dal fatto che “l’iniziativa-spiega il presidente della H.O.R.T.- è stata oggetto nel 2015 di manifesta imitazione in alcune località italiane in cui imprenditori privati hanno realizzato Labirinti di Mais ispirandosi o riproponendo specularmente alcuni degli eventi speciali proposti a Senigallia”.

All’interno del Labirinto di Mais di Senigallia infatti, nel periodo di apertura (dal 3 luglio al 13 settembre), oltre all’installazione di pannelli didattici su tematiche storiche e ambientali, si sono svolte numerose iniziative ed eventi speciali dedicati al mondo dell’infanzia e della famiglia come la ‘Caccia al tesoro nel labirinto’, ‘Una raccolta così non si era vista…Mais! in collaborazione con Ata Rifiuti’, ‘I cavalieri di Re Artù e la spada nella roccia’, ‘Il labirinto di Alice e la Regina di Cuori’, ‘Il labirinto incantato’, ‘Summer Halloween’, ‘La notte delle stelle cadenti’, ‘La notte del Minotauro’ e ‘Labirinto di Paura’ .

Il progetto 2015, ancora più strutturato ed in grado di soddisfare il più possibile l’aspettativa dell’utenza, non solo ha riscosso uno straordinario consenso dai visitatori- tiene a sottolineare Kagoj - ma anche quello unanime degli operatori turistici del territorio, dall’Amministrazione comunale e dai responsabili della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti con la quale la H.O.R.T. ha stipulato un regolare contratto di comodato d’uso per il terreno”.

Questo- conclude il presidente- oltre il significativo numero di visitatori, in ulteriore e costante crescita rispetto alle precedenti edizioni, evidenzia come il Labirinto di Mais rappresenti ormai un prodotto turistico di eccellenza, consolidato ed in grado di contribuire a caratterizzare in modo significativo l’offerta turistica estiva della città”.

Concorde il sindaco Maurizio Mangialardi. “Grazie ai numerosi eventi creati al suo interno, alle idee originali che ogni anno vengono messe in campo ed al percorso sempre diversificato, che stimola i visitatori a tornare ogni anno, il Labirinto di Mais coinvolge ed emoziona sia i grandi che i più piccoli- afferma- e, come dimostrano i numeri delle presenze, ha uno straordinario consenso di pubblico. Pertanto è diventato un evento che, a tutti gli effetti, s’inserisce nella nostra offerta estiva”.

A tal proposito la società cooperativa H.O.R.T., che ha ottenuto la disponibilità dell’Amministrazione comunale e della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, è già al lavoro per l’edizione 2016. “Edizione- assicurano pur mantenendo il massimo riserbo- ancora più coinvolgente e ricca di nuove iniziative e sorprese”. Maggiore sarà infine il coinvolgimento delle scuole del territorio.







Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2015 alle 19:18 sul giornale del 24 ottobre 2015 - 862 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, Sudani Alice Scarpini, Hort, articolo, labirinto di mais 2015, fondazione opera pia mastai ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apAA