Partono i corsi di Music for Screen, nel weekend la selezione per la formazione dell'Orchestra

21/10/2015 - Al via i corsi di Music for Screen, il progetto culturale e formativo del consorzio Marche Music College (MMC), istituzione di recente costituzione che collega in rete le migliori scuole musicali del territorio regionale, volto a sviluppare nuove professionalità nel settore della multimedialità e della digital communication in linea con le esigenze del mercato 2.0 di prodotti commerciali, culturali e artistici.

Music for Screen, realizzato nell’ambito di Distretto Culturale Evoluto della Regione Marche in collaborazione con i comuni di Senigallia (Capofila), Jesi, Arcevia, Corinaldo, Montecarotto e Trecastelli, la Regione Marche, la Fondazione Città di Senigallia, la Fondazione Marche Cinema e Multimedia e con la partecipazione di partner privati, “intende sviluppare nuove figure professionali specializzate nel settore della musica applicata all’immagine e della multimedialità” - conferma l'assessore alla Cultura Simonetta Bucari.

Si tratta di un progetto innovativo e sperimentale, ma allo stesso tempo concreto – aggiunge l’assessore con l’appoggio del primo cittadino - che può aprire nuovi e importanti sbocchi professionali per i musicisti del nostro territorio”.

Rivolti a musicisti professionisti, studenti di musica ma anche appassionati di musica e tecnologie digitali, i corsi di Music for Screen prendono ufficialmente avvio con la selezione per la formazione dell’Orchestra specializzata nell’esecuzione di musica per immagini che si terrà sabato e domenica presso la scuola di musica ‘Bettino Padovano’ di Senigallia.

Le audizioni per la formazione dell’Orchestra multi-stilistica, composta da 80 elementi scelti tra i migliori musicisti residenti in Italia di età compresa tra i 16 ed i 35 anni, che saranno diretti e guidati nell’arco di tre anni dai maestri di fama internazionale David Crescenzi, Roberto Molinelli e Massimo Morganti, si ripeteranno nel mese di dicembre fino al completamento di tutte le sezioni previste.

In un momento in cui la nascita di nuove orchestre stenta, questo progetto acquista un grande valore culturale - spiega il presidente di Marche Music College Samuele Garofoli Dimostrazione ne è il fatto che molti operatori nazionali del settore si stanno interessando al nostro progetto. Ciò è molto importante”.

Infatti l’obiettivo del consorzio Marche Music College, del quale fanno parte la Scuola di Musica Bettino Padovano di Senigallia, l’Opus 1 di Castelbellino, il Cantiere Musicale di Porto San Giorgio, la Scuola di musica di Appignano, la Scuola di Musica di Fossombrone e l’Arcevia Jazz, è arrivare a produrre.

Il corso di formazione orchestrale, riservato ai soli studenti di musica e professionisti di età non superiore ai 35 anni, è gratuito e prenderà il via a novembre 2015. Il primo dei quattro corsi principali di Music for Screen “rappresenta-sottolinea Garofoli- un’opportunità di specializzazione unica in Italia ed è finalizzato allo sviluppo di capacità professionali per l’esecuzione musicale in studio di registrazione e dal vivo di colonne sonore e musica per immagini”.

Sempre da novembre 2015 saranno attivi il ‘Corso base di Music for Screen e Youtuber’ (corso triennale a pagamento), aperto a tutti senza limiti di età o di competenza accademica, ed i ‘Corsi tecnici per operatori audiovideo (corso annuale a pagamento) mentre il ‘Corso di alta formazione per compositori di colonne sonore’, rivolto a musicisti professionisti ed a studenti di musica con elevate competenze tecniche e artistiche che per l’ammissione dovranno superare un test di valutazione tecnica ed artistica, avrà durata biennale e inizierà da ottobre 2016.

I corsi si svolgeranno con differenti modalità: in aula ed in videoconferenza, saranno teorici e pratici, nelle scuole ma anche nei teatri del territorio. Tutte le informazione su corsi, programmi didattici, frequenze, prospettive occupazionali e e bando di selezione per la formazione orchestrale, sono visionabili sul sito di Marche Music College all'indirizzo www.marchemusiccollege.com.

Music for Screen- conclude il sindaco Maurizio Mangialardi- rappresenta una declinazione concreta dell'idea di ridisegnare il nostro modello di crescita economica facendo leva su una delle maggiori ricchezze che possiede il nostro paese e, nello specifico, la nostra regione: la cultura”. “Siamo molto soddisfatti di come il progetto sta procedendo, anche perché siamo tra coloro che ci hanno creduto fin dall'inizio e perché- prosegue- riteniamo fondamentale che le istituzioni, mettendo in rete le eccellenze del settore, in questo caso quello musicale, e le competenze presenti nel territorio, sostengano la creazione ed il consolidamento di imprese culturali innovative”.

Concorde anche il sindaco di Corinaldo Matteo Principi, che rimarca l’importanza della sinergia tra le istituzioni del territorio e tra pubblico e privato. “L’immagine del territorio unito è già un ottimo risultato. La sinergia e la collaborazione tra istituzioni e tra pubblico e privato è la strada giusta per ottenere risultati importanti, in ogni ambito- afferma- Il progetto, giovane e brillante, capace di evolversi, creare nuovi percorsi e nuove figure professionali lo è ancora di più poichè il nostro territorio può dare molto all'esterno e creare un volano”.







Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2015 alle 18:43 sul giornale del 22 ottobre 2015 - 818 letture

In questo articolo si parla di arcevia, attualità, montecarotto, jesi, senigallia, corinaldo, Sudani Alice Scarpini, fondazione città di senigallia, trecastelli, articolo, music for screen

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apuD