Mons. Orlandoni: 'Grazie a voi tutti, continuate a pregare per me'

17/10/2015 - Il 17 ottobre, il Santo Padre Francesco ha accettato le mie dimissioni dall'ufficio di Vescovo di Senigallia, presentate già nel febbraio del 2014, ed ha nominato nuovo Pastore della nostra Chiesa locale Mons. Francesco Manenti, Vicario Generale della Diocesi di Crema.

Desidero anzitutto esprimere la mia viva gratitudine al Sommo Pontefice per la stima e la benevolenza che mi ha manifestato chiedendomi di restare in carica in questo lungo periodo di proroga e di esercitare da oggi la funzione di Amministratore Apostolico fino all'ingresso del nuovo Vescovo. Allo stesso tempo lo ringrazio, anche a nome di tutta la Diocesi, per aver assicurato alla nostra amata Chiesa senigalliese la successione apostolica.

Nella certezza che tutta la comunità diocesana viva con spirito di fede questo importante momento ecclesiale sono lieto di passare la responsabilità di guida della nostra Chiesa al nuovo pastore che il Signore ci dona. Impareremo presto a conoscerlo e ad amarlo come un dono prezioso e indispensabile del Signore. Mons. Francesco Manenti è nato a Sergnano, provincia di Cremona e Diocesi di Crema, il 26 giugno 1951. Dopo aver studiato nel Seminario di Crema e nella Facoltà Teologica di Milano, conseguendo la licenza in Teologia, è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1975. All'inizio del suo ministero ha svolto, per dieci anni, l'ufficio di Vicario parrocchiale presso la Cattedrale. Successivamente ha ricoperto diversi incarichi pastorali, tra i quali quello di Direttore dell'Ufficio Catechistico, Direttore dell'Ufficio Famiglia e Direttore spirituale del Seminario Vescovile. Attualmente è Vicario generale della sua Diocesi, parroco della Parrocchia della Ss.Trinità a Crema e docente di Teologia presso lo studio teologico dei seminari di Crema, Lodi e Cremona.

Mentre attendiamo la consacrazione del nuovo Vescovo e il suo ingresso nella Sede di Senigallia per dare inizio al suo ministero lo accompagniamo con la nostra fervida preghiera. Desideriamo accoglierlo tra noi con gioia e gratitudine come il successore degli Apostoli, il testimone del Signore risorto, un'immagine viva di Gesù Buon Pastore, una guida paterna e sapiente. Vi sarò grato se vorrete pregare anche per me, perché non venga mai meno la mia fedeltà al Signore e il mio amore per la sua e nostra Chiesa.


da mons. Giuseppe Orlandoni
vescovo di Senigallia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2015 alle 15:36 sul giornale del 19 ottobre 2015 - 1511 letture

In questo articolo si parla di religione, attualità, giuseppe orlandoni, diocesi di Senigallia, vescovo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apkk





logoEV