Corinaldo: “Una giornata speciale”, il film dimenticato sulla vendemmia, Trailer

16/10/2015 - Si è conclusa da poco la vendemmia e sta iniziando la raccolta delle olive. Quanti racconti si intrecciano in queste antiche azioni: storie che stiamo perdendo, ma che alcuni, con fatica, stanno cercando di tenere in vita, grazie ad iniziative come quelle del progetto Memoteca, promosso dall’associazione Generazioni Storie Orizzonti.

Tre anni fa l’associazione ancora non c’era, ma è accaduta una cosa speciale che pochi conoscono: contadini del posto, giovani e anziani, hanno vendemmiato insieme a turisti olandesi, hanno condiviso la fatica e i racconti di vita. Una cosa da nulla? Crediamo di no.
Sveglia presto, vendemmia, un pranzo semplice, pasta col pomodoro, salame, prosciutto, vino, frutta, grazie all’ospitalità dell’azienda vitivinicola Spallacci. Uva e racconti. Incroci di esistenze, linguaggi diversi che si intrecciano.

Breve riposo il primo pomeriggio, poi ancora vendemmia, infine al tramonto la pigiatura coi piedi, storie di vita della campagna marchigiana toccano storie di vita di città del nord Europa. Una giornata memorabile celebrata, da parte dell’azienda Spallacci che ci ha ospitati, con un pranzo l’anno dopo, in occasione dell’apertura delle bottiglie di vino fatto con le uve di quel giorno.
Storie di lavoro di ieri e di oggi diventano il volano per raccontare un territorio.

Una iniziativa crediamo di buon livello culturale, grazie alla collaborazione del comune di Corinaldo, dell’azienda vitivinicola Spallacci, del B&B Casa del Fonte, fondamentali per la riuscita di questa sorta di esperimento culturale. Hanno collaborato gli Arbitri Elegantie elaborando una colonna sonora originale e il giovane videomaker Luca Barchiesi per le riprese e il montaggio, l’azienda vitivinicola Mencaroni, il fotografo Luciano Galeotti, con il coordinamento e la regia di Massimo Bellucci.  

E’ stato prodotto un documentario del quale è possibile vedere in rete il trailer.

Il film – documentario però è ancora “inedito”, rimane nei cassetti. Vogliamo immaginare che col passare del tempo il film faccia come il buon vino: si impreziosisca, diventando più buono. Un film d’annata quindi. Nel frattempo è sorta l’associazione Ge. St. O. che cercherà di diffondere questo film che merita di essere visto. Ma l’associazione ha finalità sociali e culturali, non specificamente turistiche. L’esperimento aveva anche lo scopo di dimostrare che la nostra memoria storica, oltre ad una intrinseca valenza culturale, può avere anche una ricaduta economica diretta, favorendo un ampliamento dell’offerta turistica locale. L’auspicio è che il nostro territorio abbia la maturità per cogliere questa occasione. E speriamo ci sia la possibilità di gustare questo film, sorseggiando, magari, un buon verdicchio locale. 

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2015 alle 15:39 sul giornale del 17 ottobre 2015 - 1297 letture

In questo articolo si parla di attualità, massimo bellucci, corinaldo, vendemmia e piace a Massimo_Bellucci Fante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aphF