Lodolini sul caso di Max Fanelli: il Parlamento si occupi del fine vita

max fanelli 14/10/2015 - "Siamo convinti che il Parlamento debba occuparsi della questione del fine vita, in modo attento, ascoltando le ragioni di ognuno e raccogliendo le richieste di quanti chiedono di poter decidere, di poter esercitare un proprio diritto fondamentale senza imporre nulla a nessun altro. Lo hanno fatto tra gli altri Piergiorgio Welby e Beppino Englaro per sua figlia Eluana, ora Max Fanelli".

Con questo spirito anche pochi giorni fa insieme ad altri deputati del Pd abbiamo fatto un pubblico appello che voglio rilanciare a prima firma On. Stella Bianchi Ci sono diverse proposte di legge presentate, "una anche di iniziativa popolare firmata da decine di migliaia di cittadini. Il Parlamento deve affrontare un tema tanto importante e delicato per la vita delle persone. Come parlamentari Pd ci impegneremo su questo fronte".

"Gli straordinari progressi della medicina -ci danno una responsabilità in più legata alla possibilità di prolungare il mantenimento di funzioni vitali alle quali però per molti non corrisponde una vita degna di essere vissuta"


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2015 alle 19:50 sul giornale del 15 ottobre 2015 - 409 letture

In questo articolo si parla di attualità, emanuele lodolini, roma, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apdd


A questo punto i politici farebbero più bella figura a tacere per la vergogna.

Onorevole Lodolino,
non sapendo che scuole lei abbia frequentato le suggerisco di leggere la costituzione, in particolari gli articoli 70, 71 e 72.

Posso capire che voi del PD abbiate le idee un po' confuse nella suddivisione dei poteri legislativo ed esecutivo, ma tant'è.

Siete voi parlamentari (anche singolarmente) che fate le leggi, fatele o date le dimissioni, per decenza.

Meno chiacchiere.




logoEV