"Gli scemi di guerra. I militari ricoverati al manicomio di Ancona durante la Grande Guerra”

Libri generico 08/10/2015 - Ripresa a pieno ritmo con la presentazione di un pregiato volume sulle croci dipin-te nelle marche dal XIII al XVII secolo, l’attività di diffusione editoriale della Biblioteca Comunale prosegue con un libro ancora di notevole interesse locale e generale, visto il collegamento con il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale.

Venerdì 9 ottobre infatti, nella sala conferenze dell’Antonelliana, alle ore 17,30, Maria Grazia Sa-lonna proporrà al pubblico il suo ultimo lavoro dal titolo “Gli scemi di guerra. I militari ricoverati al manicomio di Ancona durante la Grande Guerra” edito da Affinità Elettive. Si tratta di una ricostruzione della realtà psichiatrica e manicomiale tra ’800 e ’900, focalizzando l’attenzione sul manicomio di Ancona durante la 1^ Guerra Mondiale, quando la psichiatria passò al servizio del Ministero della Guerra. In questo contesto vengono evidenziate le caratteristiche del tratta-mento psichiatrico prestato alla popolazione militare degente – e molti ricoverati sono della zona di Se-nigallia – in relazione alle patologie, alle esigenze di guerra e al personale medico operativo nell’Istituto anconetano.

Il lavoro si propone l’obiettivo di aggiungere alla bibliografia storica del settore ulteriori dati sulle pato-logie causate dalla prima Guerra Mondiale, la 1^ guerra tecnologica dei tempi moderni, sulla loro valu-tazione da parte del personale medico e dello Stato, con un accenno sulle conseguenze nella società. Docente di italiano e storia, Maria Grazia Salonna vive ad Ancona, dove è nata. Fin dalla tesi di lau-rea sulla rivolta dei bersagliere ad Ancona nel 1920, si è interessata di storia seguendo l’attività dell’ Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche e facendo parte come docente e come formatrice del gruppo di didattica della storia, che ha operato all’interno dell’Istituto stesso.

Sempre per Affinità Elettive ha pubblicato “Lettere dall'America - Una storia d’amore e d’emigrazione” storia di una famiglia contadina della zona di Ostra e “Fazzoletti rossi - Tre vite di-verse, una scelta comune: “ribelli”. Ostra, 6 febbraio 1944” che racconta le vicende esistenziali di tre giovani partigiani, che il 6 febbraio 1944 furono catturati e uccisi a Ostra.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2015 alle 14:19 sul giornale del 09 ottobre 2015 - 873 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoYC