Calcio: il Senigallia calcio contro gli arbitri dell'ultimo fine settimana

Senigallia Calcio logo nuovo 07/10/2015 - Il Senigallia calcio subisce due rapine a mano armata (di fischietto) a danno della prima squadra e della juniores. Tranquilli, nessuna borsa e nessuna muta di maglie rubata.

In un caso, (prima squadra), l'arbitro ha dato 2 mani alla Castelleonese per far suo il risultato pieno ed invertire l'1a 0 con cui la formazione di Mr. Corinaldesi conduceva l'incontro fino al minuto 88. La formazione juniores, in vantaggio fino a 15 minuti dalla fine, grazie a tutte le pressioni della tifoseria e panchina del Fermignano, ha subito l'ingiusta espulsione di un giocatore per un normale fallo di gioco, fatto che ha creato le premesse, per la vittoria della squadra locale. Ma sui gravi fatti successi domenica in tale campo e fuori dal campo, ci ritornero' in seguito. Vittorie importanti invece, degli allievi o Under 17 e dei giovanissimi, o Under 15.

La prima squadra, dopo l'amichevole di Settembre, rigioca col Castelleone, ma mentre in amichevole la sconfitta fu meritata, domenica scorsa, aql Santa Lucia di Castelleone, la partita l'ha fatta l'Aesse che e' presto andata in vantaggio col bomber di razza Albenzio, che ha trafitto il portiere locale con un  tiro ben calibrato, scagliato da 30 metri. Nel secondo tempo, succede l'imponderabile. L'Aesse, batte una punizione, poco oltre la meta' campo avversaria. Bello schema che porta Liso alla rete. Fra lo stupore degli stessi cipollari, l'arbitro annulla in quanto a suo dire, la punizione e' stata battuta mezzo metro piu' aanti dal punto in cui era stato commesso il fallo. Incredibile, ci si e' chiesti al limite perche' non avesse fischiato subito! Azione della Castelleonese che con una bella spizzata in area di Sebastianelli,  porta in parita' le sorti dell'incontro. Dopo un paio di minuti, Albenzio perde una palla che viene scaravantata in area senigalliese, Guerra colpito dai crampi cade a terra e secondo la giacchetta nera e' rigore. Proteste e stupore allo stesso tempo anche da chi assisteva dalla tribuna! Guerra, passati i crampi, un po' come Lazzaro, torna in vita e batte la massima punizione che decreta il 2 a 1 a favore della Castelleonese.

Una vera e propria beffa. Risultato finale A.S.D. CASTELLEONESE 2 – SENIGALIA CALCIO 1.Il girone e' guidato dal Montenovo con 6 punti, segue la Sangiorgese a 4, mentre le 2 contendenti di domenica seguono a 3 punti. Nel prossimo turno,  il Senigallia Calcio incontrera' al Bianchelli la Sangiorgese.

La formazione juniores si reca in  quel di Fermignano, cercando di non ripensare al trattamento sfacciatamente antisportivo dello scorso anno. La partita si mette subito bene con Guercio che gonfia la rete dittamente da calcio d'angolo. Ma una punizione deviata dalla barriera senigalliese ed una incertezza di Angeloni Gianluca permettono ai locali di passare in vantaggio per 2 a 1. Ancora calcio d'angolo e Bocchini di testa (rovina la sua permanente) ma ristabilisce le distanze di testa.

Su assist di Rossi, Shei porta in vantaggio il Senigallia Calcio ma da questo momento iniziano a succedere cose strane (per noi) ma non per i nostri corregionali pesaresi. Spintoni a gioco fermo, urli uditi anche dal Palarossini, tuffi che la Cagnotto e la Dallape' se li sognano ed ammonizioni gratuite a qualche nostro giocatore. Con questo non pensiamo che arbitrare a Fermignano sia facile, anzi potremmo provare a dire che ci potrebbe anche stare un trattamento cosi' visto che nel pesarese si e' un po' abituati (lo scorso anno ho seguito tutte le partite fuori casa della Vigor Senigallia e non vi fu differenza), ma l'arbitro ha toccato il fondo quando un intervenendo con palla presa in pieno da Fabio Shei fatto davanti alla panchina dei locali con gli stessi occupanti scattati  tutti in piedi con fare minaccioso, hanno indotto l'arbitro a spedire la nostra mezz'ala negli spogliatoi. Nei quindici minuti rimanenti,  la squadra con un uomo in meno, e' stata schiacciata nella propria area e, prima su un tiro da fuori area passato in mezzo ad una selva di gambe e poi  con un'autorete di Solazzi da calcio d'anglo il Fermignano e' passato a condurre la gara. Nonostante tutto su un lancio di Rossi, leggermente troppo lungo, Maggio per poco non riesce a fare il miracolo. Ma poi palloni non dati o dati in ritardo ai nostri giocatori, sceneggiate che hanno fatto rivoltare Peppino de' Filippo nella tomba, hanno permesso al Fermignano di incamerare altri 3 punti, anche in questo caso tassa pagata dalla squadra ospite di turno, come successo 2 settimane fa alla corazzata Azzurra Colbordolo.

Poi pero' si e' toccato il fondo perche' sugli spalti una parola tira l'altra e 10 pseudo tifosi (imbecilli) se la sono presa con un nostro giocatore (ieri in tribuna) con una aggressione che ci ha ricordato il sistema tedesco delle Fosse Ardeatine (per ogni tedesco morto, vennero uccisi 10 italiani). Mi dispiace raccontare questo in una partita di calcio, ma il mio ruolo purtroppo credo sia anche questo. Una persona teneva fermo il nostro Diene verso il cancello di accesso agli spogliatoi ed altri 9 o 10 lo menavano. Non possiamo dire che lo abbiano fatto nero (lui e' un bravissimo ragazzo di colore) che pero' pensa che da noi siano tutti bravi. Il suo errore, oltre che di  rispondere verbalmente alle provocazioni avversarie, e' stato anche quello di sedersi in mezzo ai tifosi fermignanesi. All'uscita, non paghi di averci battuti, ma ci sta, averci preso in giro durante la partita, offesi dandoci a noi dei maleducati, ci hanno aspettato che uscissimo per deriderci ancora ed un padre di famiglia con tanto di bambina in macchina ha anche sputato ad un nostro dirigente. Lascio a chi legge questo articolo la liberta' di credere o meno a quello che scrivo. In tutto questo pero' torno a casa da Fermignano anche con un bellissimo gesto. All'uscita un ragazzo che gioca  nel Fermignano (di origine algerina o marocchina) insieme al papa' ci sono venuti a salutare stringendoci la mano (saluto pienamente accettato) scusandoci per tutto quello che e' accaduto in una domenica bestiale!

Risultato finale: Fermignano  4 – Lorenzini Barbara (Aesse) 3. Tralascio le formazioni e vi raccomando solo una persona: il loro mister Signor (quanto ho tribolato a scrivere Signor) Lorenzoni. Per chi volesse ulteriori approfondimenti visiti il sito www.marcheingol.it alla pagina relativa ai campionati juniores cliccando sui commenti.  Relativamente alla classifica del girone, comanda il Marina (che affronteremo nel prossimo turno) con 12 punti, seguiti dalla Vigor Senigallia e dall'Azzurra Colbordolo con 9. L'Aesse (Lorenzini Barbara) ha per ora 3 soli punti.

La formazione degli allievi di Mister Piccinini, vince per 4 a 1 in trasferta in quel di Corinaldo. Finalmente arrivano anche per loro i primi 3 punti della stagione, che ci permettono di guardare ai prossimi incontri con un po' piu' di ottimismo. Le reti per i senigalliesi, sono state segnate da Servizi (2), Irfan e Leye. Risultato finale: Corinaldo 1 – Senigallia Calcio 4. Nel girone 8, la classifica e' guidata dalla Vigorina con 9 punti, segue la Castelfrettese con 6 ed il Senigallia Calcio con 4. Nel prossimo turno, la nostra formazione si incontrera' con la Castelfrettese, una buona occasione per scavalcarla e portarsi la secondo posto del girone. Gli allievi Cadetti, seguiti in panca di Mr. Piccinini, pareggiano fuori casa per 1 a 1 con la Fortitudo  Fabriano con rete di Spadoni Santinelli. I giovanissimi cadetti di Mister Tommasso Gemma, battono al Bianchelli per 2 a 0, Le Torri Castelplanio, disputanto una buona partita. Le reti senigalliesi portano la firma di Bastari e Bonsarto.

La formazione che pero' sta regalando maggiori soddisfazioni al Presidente Gasparini, ma anche al suo Mister ed al numeroso pubblico al seguito (non potro' essere smentito almeno su questo considerato che per ora ho seguito i 3 incontri), e' quella dei giovanissimi che comanda il suo girone a punteggio pieno, insieme al Marinamonte (9 punti) ma soprattutto con 16 reti segnate e solo 1 subita. La squadra sciorina buone azioni e gia' si intravedono bei schemi (primo gol su calcio d'angolo) ed una infinita' di palloni catapultati in area avversaria. A Belvedere Ostrense, contro i 3 Colli, la squadra locale ha passato la meta' campo solo in una occasione. Solo l'imprecisione degli attaccanti (Frulla e Gambaccini in particolare) non ha permesso una goleada gia' nel primo tempo, con occasioni a ripetizione che per brevita' non menziono. A togliere le castagne dal fuoco, ci ha pensato il solito Sebastianelli Gianmarco da Castelleone, portato sulla  spiaggia di velluto da quel volpone di Marco Piccini.

Con un perfetto schema da  calcio d'angolo, Sebastianelli dal limite, indirizza il pallone sotto la traversa del portiere locale. Unica segnatura alla chiusura della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo il copione non cambia e dopo le consuete rotazioni, il Senigallia Calcio dilaga e mette a segno altre 4 reti realizzate ancora 2 da Sebastianelli con due tiri (uno su punizione) entrambi da fuori area, poi gol di Serrani con un bel tiro al volo e sigillo finale di  Carlo Simone con un tiro dai 20 metri. Tutti e 5 gol da fuori area, tutti molto belli, ma i ragazzi sono entrati in area con delle triangolazioni efficaci almeno 20 volte. Sebastianelli, con le reti realizzate domenica porta ad 8 il suo bottino personale in sole 3 partite. Ma va bene cosi' dopo il Borghetto, i ragazzi terribili di Piccini si sono bevuti anche il Lacrima.

Prossima partita, (turno infrasettimanale) con la formazione dell'Ostra, fuori casa. Una buona occasione, per proseguire il trend ed arrivare a punteggio pieno, allo scontro diretto con il Marinamonte. Se siano gli effetti magici delle cipolle di Castelleone, o la visciola di Cantiano (il mister e' originario di Cantiano) oppure che sia il mix fra questi 2 prodotti che Marco, propina ai ragazzi al posto del the' prima dell'inizio di ogni incontro, lo vedremo nelle prossime partite. La procura antidopin e' gia' allertata!

Apertura da resettare, finale con sorriso. Cosi' e' se vi pare.





Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2015 alle 11:25 sul giornale del 08 ottobre 2015 - 467 letture

In questo articolo si parla di senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoVq