Accreditamento delle strutture sanitarie: al via le audizioni in commissione regionale

fabrizio volpini 01/10/2015 - Cominciano i primi incontri per l'esame e la definizione della proposta di legge a iniziativa della Giunta regionale per le autorizzazioni e l'accreditamento istituzionale delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari pubblici e privati.

La IV Commissione, presieduta da Fabrizio Volpini (Pd), ha ascoltato oggi le segreterie regionali di CGIL-CISL-UIL, i vertici dell'Asur, i referenti della Campagna “Trasparenza e diritti” Comitato Associazione Tutela (CAT), S.NA.BI.L.P. - Federbiologi, Federlab, ANISAP Marche, ANEP Marche, e il Comitato regionale Enti gestori strutture per anziani senza scopo di lucro. Incontri molto partecipati, come ha evidenziato lo stesso presidente Volpini, dove i vari soggetti hanno manifestato la ferma volontà di esprimere le proprie posizioni e di sottolineare i passaggi della pdl meritevoli di approfondimento.

“Sono questi – ha detto Volpini – passaggi necessari, considerata la portata del provvedimento che va condiviso con tutti i soggetti coinvolti. Sarà un percorso lungo ma ci impegneremo per concluderlo in tempi ragionevoli”. “Si tratta di una proposta di legge importante – ha dichiarato la vice presidente Elena Leonardi (FdI) – e il confronto con le categorie e i soggetti direttamente coinvolti è fondamentale per comprendere il reale peso del provvedimento e le sue ripercussioni”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2015 alle 18:28 sul giornale del 02 ottobre 2015 - 509 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoKh


L'accreditamento delle strutture sanitari è l'anticamera, basta vedere i casi di emilia romana e lombardia, della privatizzazione della sanità a favore di cooperative e gruppi che hanno ottenuto questo requisito.
Infatti una volta accreditati non ci saranno più gare per la gestione ma ricavi sicuri per chi ha ottenuto l'accreditamento.
In pratica ci sarà un'eliminazione della concorrenza con un aumento dei costi ed una diminuzione della qualità. Dopo l'accreditamento normalmente non vengono effettuati controlli ma va bene così le elezioni l'hanno vinte quelli del PD che di cooperative e società vicine se ne intendono.




logoEV