Pane Nostrum: iniziano i laboratori del gusto

17/09/2015 - È l’ora di mettere le mani in pasta. Venerdì 18 settembre a Pane Nostrum si inizia con i laboratori per i più piccoli.

Alle 10, più di 80 bambini delle scuole primarie del territorio alle prese con farina e acqua per imparare come si prepara il pane e come si cuoce, grazie ai forni a cielo aperto che, da piazza Del Duca, diffondono in città i profumi di questo alimento che non manca mai in nessuna casa. Contemporaneamente, per i più grandi, per la sezione Idee in fermento, c’è l’incontro Impresiamo start up, a cura di Confcommercio Marche Centrali, per spiegare come intraprendere un’attività legata alla filiera del pane. Il pomeriggio si presenta ricco di eventi. Al cortile della Biblioteca comunale si ragiona sul pane con l’incontro Manitaly: una filiera responsabile , mentre a seguire c’è il primo appuntamento con l’arte, curato da Anna Pia Giansanti.

Un viaggio artistico, dal titolo Le raffigurazioni del cibo della tavola nella storia dell’arte all’antichità, che attraversa le scene di banchetto pagano, quelle del Vecchio e del Nuovo Testamento, fino ai banchetti popolari, alle scene di genere e alle tavole fiamminghe, per giungere alle ridenti colazioni dei dipinti impressionisti. Attraverso le raffigurazioni del cibo è possibile riconoscere differenti culture e, in alcuni casi, ricostruire delle vere e proprie ricette gastronomiche. Ma la giornata ha in serbo anche sorprendenti laboratori e show cooking, come quello delle 16.30: Ramaiol show cooking vegano (prenotazione obbligatoria). Alle 18 e alle 21 sono in programma anche i corsi Panificando in modo tradizionale con il maestro Antonio Cipriani (prenotazione obbligatoria). E se vedere farine, pane e pizze fa venire un languorino allo stomaco non resta che girare tra i 60 stand presenti, dove si possono trovare decine di differenti tipi di pane e una scelta vasta di cibo da strada, di qualità, con l’area Street food da chef.

La giornata si conclude nel cortile della Biblioteca comunale, dove alle 21.30 viene proiettato il film L'uomo del grano, realizzato in collaborazione con Marche Film Commission - Servizio regionale. La pellicola, girata da Giancarlo Baudera, racconta la storia di Nazzareno Strampelli, agronomo e genetista, che ha passato la sua vita nel cercare di migliorare la qualità del frumento esistente, dando origine a delle varietà resistenti alle intemperie e alle siccità specifiche dei diversi climi. Ne ha realizzate 350 e moltissime di queste ancora oggi si coltivano in tutto il mondo, dall’Europa all’America, dall’Asia all’Africa. La chiusura degli stand è prevista per le 23. Pane Nostrum, la Festa internazionale del pane, è organizzata e promossa dal Comune di Senigallia, da Confcommercio Marche Centrali e C.I.A - Confederazione Italiana Agricoltori - e con il contributo della Camera di Commercio di Ancona che lo ha inserito all’interno degli eventi del Presidio diffuso Macro Regione Adriatico-Ionica e Blue Economy. Info: segreteria organizzativa Pane Nostrum - tel. 346 0684236 - pane.nostrum@libero.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2015 alle 23:58 sul giornale del 18 settembre 2015 - 503 letture

In questo articolo si parla di attualità, pane nostrum

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoeP