Attivato il nuovo sistema per la gestione delle mense scolastiche, Mangialardi: “Cresce la smart city, migliorano i servizi per i cittadini”

17/09/2015 - Una rivoluzione che coinvolgerà circa 1500 famiglie all’insegna della semplificazione, della velocizzazione, della trasparenza e della sburocratizzazione per migliorare il servizio della refezione e la gestione delle mense scolastiche.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, infatti, scompaiono i vecchi buoni cartacei ed è già stato attivato il sistema informatizzato sviluppato dalla software house Iccs che consente la prenotazione elettronica dei pasti.

“Uno strumento – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che va a implementare la piattaforma di servizi evoluti della nostra smart city su cui da anni stiamo lavorando e investendo, al fine di facilitare l’interazione tra l’Amministrazione e i cittadini e migliorare la qualità dei servizi pubblici. E proprio in questa direzione va il nuovo software, che permetterà di semplificare le operazioni di pagamento e di controllo della refezione scolastica, agevolare la vita quotidiana delle famiglie, rendere più efficienti le prestazioni degli uffici comunali e contenere la spesa pubblica”.

“Un servizio innovativo – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione Simonetta Bucari – che risponde alla necessità di digitalizzare e dematerializzare le procedure della pubblica amministrazione e che consente di offrire ai cittadini servizi sempre più efficienti ed efficaci. Per evitare problemi e contrattempi, abbiamo svolto un’informazione capillare nei confronti delle famiglie sull’avvio del nuovo sistema”.

Ai genitori degli alunni è stata consegnata una tessera identificativa che dovrà essere utilizzata per il solo caricamento del credito. Il genitore potrà recarsi in qualunque sportello di Banca Marche per “ricaricare” gratuitamente il proprio conto, ma potrà utilizzare anche altri canali di ricarica come il bonifico bancario da altri istituti (pagando la commissione stabilita dal rapporto con la propria banca), l’home banking (gratuito per i clienti di Banca Marche), la carta di credito utilizzando l’App “BuonAppetito da smartphone o direttamente sul sito web del Comune di Senigallia (www.comune.senigallia.an.it) (pagando la commissione CartaSì del 1,5% su ogni transazione).

“Il nuovo servizio di Banca Marche per la mensa scolastica – commenta il responsabile della zona di Senigallia di Banca Marche Agostino Sebastiani – permetterà al Comune di Senigallia di avere a disposizione giornalmente il flusso di rendicontazione degli incassi, dove saranno registrati i versamenti effettuati allo sportello e i bonifici accreditati sul conto del comune. Senigallia è fra le prime amministrazioni comunali delle Marche a dotarsi del sistema informativo necessario per usufruire del nuovo servizio di ricarica tessere mense scolastiche di Banca Marche”.

L’App “Buon Appetito” è scaricabile gratuitamente dal PlayStore di Google e dall’AppStore di Apple. Grazie ad essa, sarà possibile essere sempre aggiornati sul credito o il debito nei confronti dell’ente, consultare i menù, verificare il numero dei pasti consumanti, sapere quando sono stati registrati i propri pagamenti del servizio di refezione scolastica. In ogni caso, sarà sempre possibile richiedere eventuali precisazioni direttamente all’Ufficio Scuola che grazie al nuovo sistema, potrà evadere le richieste in tempo reale.

Il sistema è su piattaforma web ed è in grado di interagire con altre procedure in uso presso l’Amministrazione comunale. L’integrazione informatica con i servizi demografici garantirà la certezza dei dati anagrafici. L’operatore scolastico avrà a disposizione un tablet per la rilevazione e comunicazione dei pasti ai centri cottura. Attraverso una serie di maschere potrà inserire il numero dei pasti destinati al personale, selezionare gli alunni non presenti, annotare le eventuali diete leggere, trasmettere i dati raccolti al gestionale, gestire il fuori orario, cioè l’ingresso o l’uscita autorizzate degli alunni al di fuori degli orari standard. Il genitore non dovrà far nulla di particolare poiché lo stesso operatore scolastico provvederà alla rilevazione di tutti coloro che consumeranno il pasto a mensa.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2015 alle 15:58 sul giornale del 18 settembre 2015 - 994 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aodQ


N.H.m.u.

17 settembre, 22:25
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ah i bei tempi andati in cui c'era una cuoca/bidella/tuttofare che preparava il pranzo per i bambini.
Niente app.
Niente banca.
Niente "ricarica" di un credito che poi magari non si utilizza.
Niente tablet.
Niente paroloni inglesi sulla bocca di un sindaco di provincia.
Solo buon cibo genuino.

N.H.m.u.

19 settembre, 10:30
Commento sconsigliato, leggilo comunque