Ferisce una prostituta con un coltello, denunciato un 40enne

sfruttamento della prostituzione 14/09/2015 - Ha abbordato una "lucciola" lungo la statale ma una volta fatta salire in auto l'ha aggredita e ferita con un coltello.

E' accaduto qualche sera fa quando la donna, una rumena di circa venti anni, si trovava sulla strada. Ad un certo punto, ha raccontato la giovane in Commissariato di Senigallia dove ha sporto denuncia, è stata avvicinata da un’auto al cui interno c'era un uomo che cominciava a fare apprezzamenti e la invitava a salire sul veicolo. I due si sono allontanati poco distante e, quando il cliente ha fermato l’auto, ha cominciato ad avere comportamenti aggressivi nei confronti della donna, iniziando ad urlarle contro ed a strattonarla.

Questa, vistosamente impaurita, ha tentato di calmare l’uomo che, però, non desisteva, anzi ha tirato fuori un coltello e l'ha colpita, seppur, superficialmente sul alcune parti del corpo. Ad un certo punto della discussione, nata in quanto l’uomo si rifiutava di pagare la donna, questa è riuscita a distrarlo e ha aperto lo sportello ma l’uomo ha tentato di bloccarla, per impederle di allontanarsi. Ma la donna a quel punto con forza è riuscita a sfilarsi dalla presa e ad uscire dall’auto, correndo velocemente verso la strada principale per chiedere aiuto. Nel frattempo l’uomo, a bordo dell'auto si è allontanato frettolosamente dal punto in cui la donna era riuscita a fuggire.

Giunta sulla statale la donna ha raggiunto un’altra ragazza, anche lei dedita alla prostituzione, cui chiedeva aiuto, raccontandole dell’aggressione subita poco prima. Immediatamente sono arrivati una Volante della Polizia di Stato ed il 118 il cui personale, dopo le prime cure, ha condotto la 20enne in ospedale. Il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Senigallia ha raccolto le prime informazioni, dando così avvio alle indagini finalizzate a risalire al possibile autore dell’aggressione. Sono state sentite sia la donna aggredita, cheha fornito una descrizione dell’aggressore, sia altre persone, che in qualche modo avevano avuto modo di vedere l’auto fuggire.

Dalle informazioni raccolte sono emersi alcuni elementi relativamente all’auto condotta dal cliente. La Polizia è così riuscita a risalire al profilo di alcuni soggetti, con precedenti per reati contro la persona, e dunque ha convocato la donna aggredita per verificare se riconoscesse il suo aggressore tra i soggetti individuati dal personale del Commissariato di Polizia. La donna, ha individuato un uomo quale soggetto che qualche sera prima l’aveva aggredita. Pertanto i poliziotti hanno denunciato all’autorità giudiziaria, l’uomo , S.L., italiano, di anni 40 circa, residente nelle zone interne del territorio jesino, riconosciuto quale responsabile della violenta aggressione e delle conseguenti lesioni riportate dalla donna.





Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2015 alle 14:39 sul giornale del 15 settembre 2015 - 1293 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, sfruttamento della prostituzione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/an68