Ostra Vetere: promozione del territorio, la maggioranza replica alla consigliera Codias

comune di ostra vetere 10/09/2015 - A leggere il comunicato della consigliera Codias, rimaniamo piuttosto sorpresi. A dire la verità, la critica iniziale alla troppa tecnologia, che va a discapito di momenti di aggregazione sociale, ci trova pienamente d’accordo.

Il problema è il resto, quando accusa l’Amministrazione Comunale di non promuovere attività culturali e ricreative per dedicarsi a semplici feste “dall’aspetto pressoché goliardico-culinario”. A questo punto ci domandiamo: la consigliera frequenta ancora Ostra Vetere o vive altrove? Prendendo in considerazione soltanto l’ultimo anno, l’Amministrazione Comunale ha ideato, sostenuto e finanziato moltissimi eventi di grande spessore culturale, ricreativo e sociale.

Ricordiamo, per esempio, il Capodanno nelle cantine e nelle vie del paese, organizzato con tutte le principali associazioni e attività, che ha portato in piazza tantissima gente da diverse realtà limitrofe e la diciassettesima edizione di “Montenovo in Festa”, arricchita dell’ex tempore di scultura. Per la prima volta, con la preziosa collaborazione delle scuole, abbiamo portato Ostra Vetere nel circuito delle giornate FAI, valorizzando il museo “Satellico” (a proposito, si sono appena conclusi i lavori per il recupero del piano terra, che verrà adibito a Museo del Territorio), l’area archeologica di Ostra antica, per cui ogni anno garantiamo importanti risorse, e la bellissima chiesetta del Crocifisso, chiusa ormai da circa due decenni. Sempre per la valorizzazione del territorio, abbiamo promosso “Sapore di Roma”, tre serate che hanno unito agricoltura, gastronomia, storia, arte e musica, con la partecipazione di prestigiosi studiosi (il Soprintendente Mario Pagano, i Professori Giorgio Gruppioni, Pier Luigi Dall’Aglio, Cristian Tassinari e la Professoressa Carlotta Franceschelli), di artisti internazionali (Leonardo Cemak, Federico Mondelci e Simone Zanchini) e dell’imprenditore agricolo Ampelio Bucci. A proposito di musica, abbiamo anche aderito a tre importanti festival di musica classica e leggera (Festival Organistico “Città di Senigallia”, Festival Cameristico della Val d’Esino e Percorsi di ascolto).

Inoltre abbiamo riproposto con successo l’ormai abituale rassegna teatrale estiva presso il chiostro di San Francesco. Infine, in collaborazione con le attività commerciali, abbiamo nuovamente organizzato la serata di moda e spettacolo che tanto successo aveva avuto lo scorso anno. Questi ci sembrano fatti concreti per la crescita culturale e la promozione turistica di Ostra Vetere. Chissà se anche la consigliera sarà d’accordo con noi. Nel frattempo, magari potrebbe suggerirci qualche idea che, nella sua breve ma intensa esperienza da Vicesindaco, non ha avuto il tempo di mettere in pratica. Di certo la prenderemmo in considerazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2015 alle 17:56 sul giornale del 11 settembre 2015 - 792 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, politica, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anYW