Confartigianato: costruzioni in affanno, 14 fallimenti dall’inizio dell’anno

Appalto, edilizia 10/09/2015 - Artigianato ancora al palo mentre le imprese continuano a chiudere i battenti. Da gennaio a oggi già 14 i fallimenti nel Senigalliese, secondo una elaborazione della Confartigianato.

Un trend che non si discosta di molto da quello già registrato nel 2014 quando, al termine dell’anno, risultarono in tutto 22 le imprese fallite – dichiara Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia, nell’analizzare la situazione attuale del distretto produttivo e le incertezze del prossimo autunno – A consegnare i libri contabili sono soprattutto le aziende la cui attività è connessa al settore delle costruzioni: imprese edili, di installazione, fornitura e manutenzione impianti, agenzie immobiliari.

Una evidenza confermata dall’elaborazione dell’Ufficio Studi Confartigianato su dati Movimprese – Ufficio Statistico CCIAA di Ancona che scatta una fotografia della dinamica dell’artigianato nel Senigalliese al 30 giugno 2015.

In maggiore difficoltà proprio il comparto delle costruzioni – continua Giacomo Cicconi Massi Segretario Confartigianato Senigallia – che al primo semestre di quest’anno secondo l’elaborazione del nostro Ufficio Studi ha segnato un saldo negativo di -7. Crescono al contrario i servizi alle persone (+4).

Sono 2.114 le imprese artigiane registrate. In questo primo semestre sono state 38 le iscrizioni, 41 le cessazioni per un saldo di -3. In lieve aumento (+9) le chiusure rispetto al corrispettivo periodo del 2014, quando si erano verificate 40 aperture, 32 le attività artigiane cessate, per un saldo di +8.
A chiudere sono spesso le imprese strutturate, con un passato alle spalle, mentre lo slancio iniziale delle nuove, per quanto l’iniziativa imprenditoriale sia sempre indizio di una reazione positiva, spesso va a impattare con una realtà quotidiana ben dura e con esito incerto.

Promuovere le piccole imprese del territorio  – conclude Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia –  è fondamentale per imboccare la strada della ripresa.
Dalla crisi emerge la necessità di mettere in campo misure a sostegno  dei comparti produttivi, edilizia in particolare, vessati nel tempo dai ritardi dei pagamenti, dalla concorrenza degli abusivi, dal fisco e dalla burocrazia e alle Istituzioni si chiede di favorire quanto più possibile la ripresa con iniziative capaci di dare lavoro alle imprese del territorio che preservano occupazione e sviluppo e continuare a puntare sul turismo che anche in questa estate si è confermato un importante volano per l’economia locale.


 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2015 alle 14:48 sul giornale del 11 settembre 2015 - 1067 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, commercio, senigallia, impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anX8





logoEV