Progetto in Comune: proponiamo un confronto sui temi del nostro programma

progetto in comune 09/09/2015 - A pochi giorni dal consiglio Comunale nel quale il Sindaco proporrà quelle che sono le linee programmatiche dei prossimi 5 anni, il nostro gruppo intende mettere sul tavolo del confronto alcuni dei temi che hanno caratterizzato la nostra proposta civica di governo della città.

• PROTEZIONE CIVILE

Per mettere a regime il sistema di interventi che precedono o intervengono durante le emergenze si deve promuovere la costituzione del comitato dei “Volontari della Protezione Civile” allo scopo di:
1. Predisporre l’approvazione del regolamento comunale dell’attività del Gruppo dei Volontari della Protezione Civile;
2. Incentivare l’adesione di nuovi volontari come risorse di cui avvalersi nelle emergenze. Obiettivo dell’iniziativa è creare un “esercito di 20.000 volontari” che pongano in essere attività di protezione civile non soltanto nella fase di emergenza, ma soprattutto nei periodi di stasi, laddove i rischi e le criticità si accumulano ed è importante quindi contenerne le dimensioni o comunque averne una esatta cognizione.
3. Procedere all’individuazione di un’area unica laddove le associazioni (in particolare quelle che per Statuto hanno compiti di protezione civile) possano trovare una collocazione logistica adeguata.
4. Facilitare la promozione di campagne di sensibilizzazione contro il rischio, come “ Io Non Rischio” , che promosse dal Dipartimento hanno lo scopo di preparare tutti i cittadini ad affrontare eventi sismici, maremoti ed alluvioni.

• CULTURA E TURISMO
Promozione museale : Gli assessorati alla Cultura e quello al Turismo(ora delega al Sindaco) attraverso l’auspicabile strumento di uno staff unitario , con associazioni del territorio e privati, vanno attivati per un grande lavoro di sintesi e rielaborazione di quella che è la storia della città, proponendo a ciascun visitatore attraverso il portale del comune e degli opuscoli cartacei, i siti fondamentali per una visita della città facendo comprendere perché tornare qui, in maniera molto più semplice, schematica e collegando bene tutti i punti d’interesse presenti in città, a partire da una virtuosa fruizione dei musei e dei contenitori culturali, attraverso l’adozione di un ticket unico al cui interno il turista possa ricevere in cambio di un adeguato contributo, servizi in forma standardizzata e qualitativamente adeguata. Nell’ottica di una fruizione moderna e giovane , vorremmo promuovere la didattica museale e la frequentazione da parte di bambini e adulti delle istituzioni museali, attraverso un impatto più accattivante e interattivo. Urge in questo senso un nuovo e più forte marketing territoriale alla cui base come sosteniamo da tempo ci deve essere struttura unificata tra Cultura e Turismo : ecco dunque la necessità ideare un nuovo capitolo della comunicazione e dei materiali pubblicitari e informativi (cartacei e on-line) rivolti al Turismo, che devono essere rinnovati nella forma e nei contenuti, per aumentare la nostra capacità evocativa. Obiettivo dell’operazione creare un “Brand forte” cui legare le singole iniziative al fine di acquisire valore aggiunto. Più precisamente lo strumento di comunicazione presuppone la creazione di uno staff unificato tra gli assessorati di turismo e cultura, sul modello riveduto e adattato del S.U.A.P., laddove pratiche edilizie e commerciali vengono istruite, specificate e approvate in un unico percorso amministrativo.
Vediamo altrettanto positivamente e di facile realizzazione (soprattutto con costi del tutto irrilevanti) un percorso “Gastro-Culturale”, unitario, chiaro, semplice e di spessore, all’insegna dei trend turistici più aggiornati ormai diffusisi negli ultimi anni (guardiamo ad esempio alla rinnovata immagine della festa del Duca in Urbino), che accompagnerà il turista attraverso i siti ed i personaggi storici legati a Senigallia e comuni limitrofi, combinando in un’esperienza emozionale unica il piacere degli occhi, dell’intelletto, dell’udito e del palato, coinvolgendo la musica, il cinema, il teatro, i giochi e associando la Storia senigalliese più splendente alle preziosità della cucina locale legata alla Dieta Mediterranea (Patrimonio Immateriale dell’Umanità secondo l’Unesco). Chi va in vacanza oggi non acquista più solo un prodotto, ma uno stile di vita. Iniziativa per cui si richiede una stretta sinergia con un’eccellenza del territorio quale l’Istituto Panzini.

• LE FAMIGLIE SENIGALLIESI
Intendiamo verificare le convergenza sulla istituzione di un “Piano per la Famiglia”, recante il programma dettagliato degli interventi da compiere nel successivo anno e con le voci di finanziamento degli stessi, nell’ottica del principio di sussidiarietà e dunque il coinvolgimento delle famiglie stesse e delle loro reti as¬sociative. Poiché le politiche familiari non si identificano con le politiche sociali tout court, ma comprendono tutti gli aspetti della vita amministrativa (scuola, educazione e formazione, arredo urbano, tariffe, tasse, traspor¬ti, qualità della vita, sicurezza, salute, ecc.). Per questo motivo vorremmo vedere istituita una figura di raccordo e coordinamento delle politiche familiari (delega specifica ad un consigliere comunale/assessore) che vigili e presieda all’attuazione concreta, ad ogni livello amministrativo, delle politiche familiari in senso stretto e di tutte le altre politiche.

• SALUTE E BENESSERE
L’importanza dell’attività fisica (lo sport è solo un tipo di attività fisica) è enorme in termini di guadagno di salute per chi la effettua. In particolare riferendoci alle persone che vivono la cd. “ Terza età” sosteniamo, supportati da importanti documenti ( Carta di Toronto qui in italiano: http://www.retecittasane.it/news/carta-di-toronto; Le raccomandazioni dell’OMS sull’attività fisica per la salute che sono pensate per bambini, adulti e anziani. (http://www.who.int/dietphysicalactivity/factsheet_recommendations/en/; Camminare è tutta un’altra vita http://www.ragazzinsieme.it/allegati/PUBBLICAZ.%20PER%20GENITORI.-%20Camminare_tutta_altra_vita.pdf) Da questo vediamo la possibilità di sviluppare progetti congiunti tra alcune discipline sportive e associazioni di volontariato per l’attività fisica in condizioni di malattie neurologiche.

• AMBIENTE
Un PARCO CANILE CONSORTILE CON I COMUNI LIMITROFI, che preveda una partecipazione mista pubblico-privato, andando ad attingere a fondi regionali, nazionali ed europei, trovando sponsor per la cura del verde, creando una struttura ecosostenibile ed autosufficiente, con la possibilità anche di destinare una zona del canile a “pensione” a pagamento. Nel parco saranno riservati alcuni spazi da destinare al ricovero della fauna selvatica . Si attuerà in questo senso una convenzione con veterinari specializzati che garantiranno le cure per il tempo necessario fino al completo recupero e la successiva rimessa in libertà.
Da questa base di confronto riteniamo la città possa uscire con un progetto di governo più ampio e condiviso e con forte spirito di dialogo la poniamo all’attenzione delle altre forze politiche.


da Maurizio Perini
consigliere comunale Progetto in Comune




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2015 alle 13:55 sul giornale del 10 settembre 2015 - 293 letture

In questo articolo si parla di politica, maurizio perini, Progetto in Comune e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anVC