Orti del Vescovo: Mangialardi ha presentato il progetto in commissione

08/09/2015 - Al via i lavori di riqualificazione di piazza Garibaldi. Primo tassello del maxi intervento degli “Orti del Vescovo” che ridisegnerà un comparto nevralgico del centro storico.

L’avvio è previsto per fine mese come annunciato dal sindaco Maurizio Mangialardi che ha chiesto di poter relazionare in Commissione consiliare per la presentazione del cantiere. I lavori di piazza Garibaldi, da 1,3 milioni di euro, sono stati aggiudicati dalla ditta Belogi e si concluderanno entro cinque mesi. L’intervento prevede una nuova pavimentazione con l’eliminazione del dislivello con la sede stradale mentre ai lati del sagrato del Duomo sono previste due aree, in asfalto colorato, dove poter parcheggiare e continuare a svolgere il mercato settimanale.

Il primo cittadino ha ripercorso anche le tappe del progetto degli Orti del Vescovo, un’area di proprietà della Curia, dell’ex Irab e dell’istituto diocesano di Sostentamento per il Clero: dalla concessione del contributo regionale nel 2011, alla partecipazione dell’Erap per 4 milioni di euro all’edilizia sociale, alla stipula del protocollo d’intesa nel gennaio scorso tra proprietà e comune che, tramite gli oneri di urbanizzazione, ha preso in carico i lavori di rifacimento di piazza Garibaldi, viale Cavallotti e via Testaferrata.

“Gli Orti del Vescovo sono un esempio di grande sinergia tra vari soggetti con un fine anche sociale dal momento che saranno realizzati 37 alloggi destinati ad edilizia pubblica -ha detto il sindaco Mangialardi- non è un'operazione di facciata ma un intervento che porta bellezza in città. Basti pensare all'eliminazione del traffico veicolare davanti al sagrato del Duomo che torna finalmente ad essere tale (il tratto darà infatti pedonalizzato ndr); un isolato torna ad essere abitato da 37 famiglie che, nel tempo della crisi, potranno stare in città; la corte dell'isolato sarà uno spazio verde, pulito e vissuto da giovani e anziani; il lungofiume viene competato".

Sulla polemica dei lecci malati abbattuti, che saranno sostituiti da ornielli Mangialardi ha spiegato che " la città ha già riscoperto una nuova e stupenda quinta urbana".





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2015 alle 07:50 sul giornale del 09 settembre 2015 - 2597 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anSn


N.H.m.u.

08 settembre, 09:28
Commento sconsigliato, leggilo comunque

gasparino

09 settembre, 09:42
Ridisegnerà. Distruggerà un comparto per sostituirlo con un altro mostro di cemento che nella migliore delle ipotesi durerà cent'anni e che tra trent'anni sarà fatiscente e pieno di sorci. Come tutte le città a vocazione turistica anche la mia città sta diventando un mostro.

N.H.m.u.

09 settembre, 09:46
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Con il plastico?

Fico, non li usano più manco nelle facoltà di architettura (eccetto nei film).

E' altresi interessante notare che il "primo cittadino" (hahaha) è diventato architetto-ingegnere-botanico-assistente sociale.

Il tutto, udite udite, senza laurea.

Avevamo un novello leonardo da vinci nelle marche è non lo sapevamo.....

Commento modificato il 09 settembre 2015

Prima i lavori inizieranno prima si potra' davvero prendere visione della bonta' o meno del progetto nella sua interezza, mentre ora e' limitato ad un plastico, qualche disegno e dei render in Computer grafica 3D.
Soprattutto on vedo l'ora che sparisca al piu' presto lo scempio della piazza attuale, con la pavimentazione "tamponata" in attesa dell'inizio dei lavori di rifacimento.

Luigi Alberto Weiss

09 settembre, 18:59
Gentile Dicis, ma non comprende quali miracoli (visto che si parla di orti del... vescovo) fa la politica se praticata professionalmente? Questi storicamente rappresentano l'avanguardia del popolo e lo guidano verso traguardi irraggiungibili dai comuni mortali! Serve il plastico? Facciamo il plastico, così saremo tutti più credibili (ai gonzi della piazza). Tanto per capirsi: ha presente quello per l'ex Sacelit-Italcementi?




logoEV