"Non a voce sola", a Senigallia arriva la scrittrice Lucia Tancredi

08/09/2015 - "Non a Voce Sola", rassegna di poesia, filosofia, narrativa, musica ed arti, arriva al dodicesimo appuntamento dell’edizione 2015, e sbarca nella città di Senigallia nella suggestiva cornice di piazza Roma il 12 Settembre alle 21,15, con un’ospite di grande caratura, la scrittrice Lucia Tancredi.

Nata a San Marco in Lamis, Lucia Tancredi si è trasferita giovanissima sui colli marchigiani e forse quell’aria un po’ antica, assieme alle persone schive e forti, all’oro dei colli che rinvigorisce la vista e alle nenie ripetute delle poesie di Leopardi sulle bocche dei bambini delle elementari come ave maria, devono averla convinta di trovarsi nel posto giusto. Sviluppa qui la sua passione incredibilmente forte per la letteratura, la storia e la scrittura. Diventa insegnante di letteratura italiana e latina e comincia a scrivere racconti di viaggio, anzi, del suo viaggio, attraverso le Marche, dal titolo “Racconti di viaggio: le città d’arte della marca maceratese”, che pubblica con la casa editrice Quodlibet.

Accanto all’esperienza di scrittrice, Lucia Tancredi ha affiancato quella di editrice, con la fondazione della casa editrice “EV”, alla scoperta della letteratura femminile e della grazia diffusa. Nella sua ricerca del profondo, Lucia ha scovato un meraviglioso scritto di Grazia Livi, “Sognami Ancora”, che ha deciso di pubblicare e di cui parlerà al pubblico di Non a Voce Sola di Senigallia.

La direttrice artistica della rassegna, Oriana Salvucci, definisce così Lucia Tancredi: “Sono riconoscente a Lucia Tancredi per innumerevoli motivi e non ultimo quello di aiutarmi, ogni anno, a costruire la rassegna. Il fil rouge dell'edizione 2015 mi è stato suggerito da lei. Abbiamo iniziato a Macerata con Lucetta Scaraffia e approdiamo a Senigallia con un volume di racconti di Grazia Livi editato da Ev casa editrice, la casa editrice di Lucia. Vorrei spendere due parole sull'importanza di Grazia Livi e delle scrittrici della sua generazione. Grazia Livi è stata giornalista e ha collaborato con le più grandi testate nazionali, salvo poi "assegnarsi il diritto" di diventare scrittrice, "una donna che si è sottratta alla disponibilità e alla dispersione ed è diventata ciò che cercava di essere". La citazione delle parole di Grazia Livi non è oziosa, penso sia una maestra per tutte noi, e vorrei chiudere con un'altra sua luminosa citazione, in tempi bui ce n'è bisogno: " Dunque la stanza, la vera stanza, richiede coraggio. Richiede di uscire dalla propria vita diminuita, all'ombra e al sicuro. Prorompere in una singolarità che può risultare poco gradita agli altri. Lasciare il sentiero laterale, la via obliqua. Infatti solo chi regna al centro di sè ha diritto ad una stanza".

L’assessore alla Cultura del Comune di Senigallia, Simonetta Bucari , ha così commentato l’arrivo dell’evento nella propria cittadina: “Saluto con grande soddisfazione il ritorno a Senigallia della rassegna itinerante di letteratura e filosofia al femminile, luogo di dialogo fra i generi, in un momento storico in cui parlare di genere o gender sembra quanto mai opportuno, se non necessario, per sfatare e allontanare pericolosi pregiudizi. Ospito graditi della serata saranno Oriana Salvucci, direttrice artistica, e Lucia Tancredi, scrittrice e biografa di significative figure femminili che hanno accompagnato grandi personaggi, da Sant'Agostino ad Antonio Gramsci, pur rimanendo silenziosamente "fuori dalle scene". Dunque, un'occasione preziosa di confronto, di dialogo, di conoscenza".







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2015 alle 16:15 sul giornale del 09 settembre 2015 - 628 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, non a voce sola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anTB