Montemarciano: 42enne residente ad Ancona tenta il suicidio a Marina, salvato

ambulanza 07/09/2015 - Attorno alle 3 dell'altra notte, un 42enne residente ad Ancona ha chiamato la Compagnia Carabinieri di Senigallia riferendo all’operatore di trovarsi in via Po a Marina di Montemarciano e di volerla fare finita.

L’operatore, intrattenendo l’uomo al telefono e distraendolo momentaneamente dall’insano proposito, ha permesso alla pattuglia della locale stazione di giungere sul posto e bloccare il 42enne mentre si trovava a bordo della propria auto.

Prima dell’arrivo della pattuglia, però, l’uomo residente ad Ancona si era già procurato un taglio al polso sinistro con una lametta. Pertanto i carabinieri hanno richiesto l’intervento di un’ambulanza del “118” che ha provveduto ad accompagnarlo presso l’ospedale di Senigallia.

I medici, dopo aver riscontrato un “trauma da taglio al polso sinistro” con una prognosi di guarigione di 8 giorni, hanno ricoverato l’uomo, affetto da problemi psichici, in osservazione nel reparto psichiatrico.







Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2015 alle 15:30 sul giornale del 08 settembre 2015 - 1642 letture

In questo articolo si parla di cronaca, montemarciano, carabinieri, marina di montemarciano, ancona, telefono amico, ambulanza, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anRx

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici