Al via la sesta stagione del Punto Giovane Calcio

Calcio generico 06/09/2015 - Era il lontano 1985 quando i Righeira raggiungevano i primi posti delle classifiche musicali con il loro celebre tormentone estivo: “L’estate sta finendo / e un anno se ne va / […] / In spiaggia di ombrelloni / non ce ne sono più / è il solito rituale / ma ora manchi tu / uh uh uh”.

Chiusi gli ombrelloni, la rosa del Punto Giovane Calcio è stata ormai formata. I ventinove (!) giocatori che hanno detto il loro sì (“fiat voluntas Dei”) sono carichi e pronti per iniziare la nuova stagione sportiva. L’unica cosa che ci manca davvero, allora, è riprendere le care vecchie abitudini: il pallone, i rettangoli di gioco, l’erba sintetica e i tacchetti nelle caviglie (degli avversari). Mancano il sudore degli allenamenti - sotto il sole, la pioggia o la neve - e la doccia rilassante. Mancano i dolci e le bevute per i compleanni e la condivisione a fine partita. Insomma, ci manchi TU, Punto Giovane Calcio!

Firmati i contratti e trovato il nuovo campo a Passo Ripe in cui allenarci durante la preparazione atletica, tutto è pronto per dare avvio, lunedì 7 settembre, alla sesta stagione dei Viola. Nell’aria si respira la giusta carica elettrizzante e dopo i successi e le soddisfazioni dell’anno appena passato – con la vittoria della Coppa Disciplina e del Trofeo Fair Play - c’è voglia di migliorarsi, di crescere ancora e di divertirsi. Il primo obiettivo infatti è proprio la crescita. Dei singoli e del gruppo, sia sotto il profilo umano che sotto quello sportivo, per superare i propri limiti, migliorare le nostre capacità e rendere così il messaggio che vogliamo portare ancora più autorevole.

Alla base di tutto, però, c’è il divertirsi: il segreto è il “gusto” di vivere fino in fondo ciò che facciamo. Il Punto Giovane Calcio prova sempre a trasmettere e a far percepire la bellezza di vivere, anche nel calcio, il Vangelo in maniera radicale, proprio in quelle situazioni che il campo sportivo – così come la vita – ci propone ogni giorno. Ecco perché non crediamo nella logica della vittoria a tutti i costi, ma vogliamo invece curare le relazioni con i compagni, gli avversari, l’arbitro e i tifosi… E sì, vincere! Ma che sia il risultato dell’impegno, del gioco di squadra (e della bravura dei singoli!), dell’astuzia sportiva e anche, perché no? della fortuna. Ma sempre con correttezza e onestà. Queste sono le vittorie che vogliamo. Ed infine il Punto Giovane Calcio è donare: donare un modo diverso di vivere lo sport e donarsi al prossimo con gesti semplici e gratuiti come ad esempio la donazione del sangue – che rappresenta uno dei momenti fondamentali nel corso della stagione per tutti i tesserati del Pgc - aiutati dagli amici dell’Avis di Senigallia.

Al timone della squadra, è stato riconfermato Mister Ceresi, nominato unanimemente il player of the year dello scorso anno, a cui è stato poi affidato un pool di collaboratori esperti e motivati: dal vice allenatore David Cianci all’aiuto tecnico fornito da Alessandro Giuliani, dal supporto tecnico-tattico di Nicola Mariani e Claudio Campana a Federico Tombolesi, che si occuperà di far sudare i portieri. Non mancherà poi nemmeno l’aiuto dall’alto, con la protezione spirituale di don Andrea Baldoni, fresco responsabile della Pastorale Giovanile, di don Paolo Vagni, di don Davide Barazzoni, presidente del Pgc, e dello stesso Vescovo Giuseppe Orlandoni, presidente onorario.

A disposizione dei laici e nelle preghiere dei consacrati, uno stuolo di giovani che scalpita per conquistarci una maglia da titolare e per portare in alto i colori e i valori del Punto Giovane Calcio. A difesa della porta si potranno alternare ben tre portieri: Marco Bernacchia, Giacomo Antonelli e l’acquisto dell’ultim’ora Edoardo Frati. La retroguardia si baserà essenzialmente su giocatori ormai veterani dei campi di calcio a otto e che hanno alle spalle diverse primavere viola: Michele del Torto, Daniele Savelli, Marco Belogi, Daniele Morbidoni, Filippo Marcellini e Marco Fungenzi; a loro si è poi aggiunto uno dei pezzi pregiati del mercato estivo, Davide Nataloni.

La maggiori novità vengono invece dal settore di centrocampo in cui il capitano Enrico Franceschetti, insieme a Nicola Spadoni Santinelli, Enea Barazzoni, Francesco Piazzai, Giovanni Ciriachi, Paolo Orlietti, Massimo Arcangeli, Miki Anselmi e Daniele Landi saranno affiancati dai graditi ritorni di Luca Pernini, Boris Diotallevi e Anthony Nanu; a tutti loro verrà poi aggiunta l’esperienza e la classe di giocatori di primissimo piano come Gianmaria Sagrati, Gianluca Cicetti e Francesco Nataloni. Chiuso il pacchetto giocatori rimane il poker d’attacco di sfondamento: il veterano Paolo Carbonari, l’illusionista Stefano Bartolucci, il giovanissimo Giacomo Ranieri e il ritrovato Danilo Bartolini.

Unico giocatore che ha dovuto abbandonare anzitempo la barca del Punto Giovane Calcio è Nicola Bavosi. Nonostante fosse stato raggiunto l’accordo di massima, per problemi di trasfer il giocatore dovrà rimandare il suo approvo ai viola in una delle prossime finestre di mercato. Siamo quindi sicuri e speranzosi che vestirà molto presto la maglia viola! Con queste premesse e con questi giocatori, se gli obiettivi sono crescere, divertirsi e donare - comunque vada il campionato - la stagione del Punto Giocane Calcio sarà sicuramente un successo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2015 alle 17:44 sul giornale del 07 settembre 2015 - 954 letture

In questo articolo si parla di cesanella, sport, senigallia, calcio, calcio a 8, Punto Giovane Calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anP8