Casa Protetta: assistenza garantita ben oltre le disposizione regionali

Assistenza, anziani 04/09/2015 - Fondazione Città di Senigallia scopre con amarezza che un consigliere comunale, rappresentante della più alta Istituzione cittadina, non si è avvalso della tanto nota quanto semplice facoltà d’informarsi sull’operato di un Ente, per altro, in costante relazione con l’Amministrazione Comunale attraverso la conferenza capigruppo.

Gli uffici di via Pisacane sono aperti per i cittadini e, a maggior ragione, per chi rappresenta i senigalliesi. Gli ospiti della Residenza Protetta di via Cellini godono da sempre dei migliori standard di assistenza socio-sanitaria giornaliera. Il dato che meglio chiarisce questo concetto è rappresentato dal fatto che, per contratto convenzionale con la Regione Marche, Fondazione Città di Senigallia sarebbe obbligata a fornire 100 minuti di assistenza pro ospite ogni giorno. Per altro, il minutaggio di assistenza richiesto dalla Regione in precedenza era minore di quanto non sia quello attualmente in vigore.

Nonostante ciò, da diversi anni ed in maniera del tutto autonoma, Fondazione Città di Senigallia ha deciso di fornire assistenza al proprio ospite nella misura di 127 minuti giornalieri di cui, 85 minuti in termini di assistenza OSS, e 42 minuti in termini di assistenza Infermieristica Professionale. Un chiaro segno dell’attenzione nei confronti degli ospiti al quale si vanno ad aggiungere la presenza costante dei consiglieri delegati ai Servizi Assistenziali e Infermieristici nonché l’imponente cantiere di ristrutturazione della residenza protetta.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2015 alle 14:12 sul giornale del 05 settembre 2015 - 1101 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, fondazione città di senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anNi





logoEV