Ostra Vetere: domenica il centro storico torna ai giochi del passato con “Montenovo è ‘na cuccagna”

bocce 03/09/2015 - Tutto pronto per domenica 6 settembre prossimo a Ostra Vetere per la seconda edizione di “Montenovo è ‘na cuccagna” quando il centro storico di Ostra Vetere rivivrà lo schiamazzo dei ragazzini lungo i vicoli.

Un paese che riprenderà vita nei “borghetti” dalle tre del pomeriggio fino alle sette di sera e oltre con i “gioghi de ‘na volta”.

Il percorso ricreativo prenderà il via dal bar dell’Arco, fuori dalla cinta muraria di via Cavour e si svilupperà lungo le vie più nascoste del centro storico, le meno conosciute, dove  in ogni angolo ci saranno intrattenimenti vari, con gruppi di gioco organizzati dall’Associazione “Trova Loco”, l’Associazione Sportiva Ruzzola, gli scout “AGESCI di Pongelli” e da mamme e papà dell’Associazione organizzatrice, con il supporto e la partecipazione speciale dei ragazzi diversamente abili dell’Associazione ONLUS “Il Giardino dei Bucaneve” .

Le stazioni di gioco vedranno impegnati i ragazzini e le ragazzine, con le bocce, la ruzzola, il gioco dei barattoli, del fazzoletto, e tanti tanti altri passatempo che attualmente sono perlopiù dimenticati avendo dato il  posto a sfide più moderne, tecnologiche, che piacciono tanto ai giovani ma che purtroppo non creano aggregazione nè tanta “caciara”.
I ricordi del passato riaffioreranno nella mente dei ragazzi di ieri che affideranno alle nuove generazioni le loro capacità di distrazione tramite questo evento organizzato dall’Associazione “Montenovo è ‘na cuccagna” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, la Pro-Loco, la Parrocchia e la cantina della Legnaia.

Il tutto quindi inizierà dalle ore 15 con l’apertura dei giochi e svariate altre proposte concomitanti e divertenti  tra cui lo spettacolo dei burattini lungo la scalinata di Porta Pesa, allestito dal “Teatro alla Panna” di Senigallia, ci saranno poi intrattenimenti  di musica tradizionale con Radio Montenovo nella piazza centrale, i  laboratori di gioco con mamme che insegneranno a costruire i giocattoli con materiali di recupero, il tutto con una scenografia campestre, con tanti fiori e balle di fieno in ogni dove.

Sono aperte a tutti i cittadini intraprendenti, gruppi spontanei e stornellatrici “de nojà”  le strade del centro storico per allietare con suoni e canti l’atmosfera, come lo scorso anno in cui conoscitori di canti popolari  “montenovesi” hanno potuto far ascoltare testi e canzoni come “Montenovo è ‘na cuccagna”, “Sento le campane” testo dedicato alla cupola e alle guglie del campanile dell’Abbazia di S.Maria di Piazza, fino alla nostalgica “Montenovo vecchio paese di gioventù”, versi composti anni or sono dal compianto cittadino Puerini Americo.

Al termine delle attività ricreative tutti a tavola per una cena in piazza, dove si potranno assaporare i cibi poveri ma gustosi di una volta come la pasta coi “cicci”, coi ceci, la carne in graticola, i fagioli con le cotiche e il maiorchino dolce tipico  della tradizione locale.

Nel dopocena  dalle ore 21 si potrà partecipare alle danze paesane con la compagnia Danzintondo di Monte San Vito per concludere la giornata in bellezza nel ricordo goliardico del passato.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2015 alle 18:48 sul giornale del 04 settembre 2015 - 961 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anLM





logoEV