Battisti: Senigallia chiusa per ferie fino... a luglio

03/09/2015 - Ci sono interi quartieri a Senigallia che ormai da tempo immemore sono abbandonati a se stessi. Tranne la raccolta dell'immondizia non si fa nessuna opera di manutenzione da anni. Ieri notte ho fatto un giro per documentare e gran Parte del Vivere Verde si presenta come da immagine allegata.

Ho scattato una fotografia alle una di notte di ieri in una delle decine di vie che non hanno illuminazione notturna o ne hanno così poca che non serve. Se vedete un poco di luce proviene dallo Smartphone. I pochissimi lampioni hanno luci fioche. Non è solo una questione di incuria e degrado, ma anche di incolumità nei confronti delle persone e degli animali. Ai lati dei fari della macchina non si vede nulla. Mentre percorrevo le strade in auto ho scartato all'improvviso una persona in bicicletta senza fari (colpa sua anche, certo) e un gatto. Questa città, oltre i turisti, che vanno accolti, omaggiati, adulati ecc ecc, per chi non lo sapesse ha anche 45mila residenti, che pagano fior di tasse per...quale motivo?

Tutte le tasse comunali, dopo aver vinto le elezioni comunali, sono state aumentate, ma le buche, i marciapiedi e l'illuminazione in molte zone versano in uno stato pietoso. Passeggiando per il Vivere Verde (ma non è l'unico quartiere in queste condizioni) ho chiesto ad alcune persone perchè preferivano camminare sulla strada (con evidenti pericoli per la loro incolumità) piuttosto che sui marciapiedi (quando ci sono, perchè a via Verdi, strada di collegamento fondamentale tra periferia e centro, sono assenti per gran parte del tragitto): la risposta, soprattutto per gli over 65, è stata che gli stessi marciapiedi sono così
rovinati e pieni di avvallamenti che è impossibile praticarli. Il risultato è che la misura della qualità di vita di una città si misura dal grado di vivibilità dei suoi quartieri.

Strade sicure, marciapiedi e alberi curati e più luce per tutta Senigallia permetterebbe alle persone di sentirsi più tranquille e più sicure e uscire di casa senza paura alcuna, ne di essere infastidite ne di farsi male perchè non si riesce a vedere dove si cammina. E sarebbe un ottimo deterrente contro chi vuole delinquere. In campagna elettorale avevamo posto più volte l'accento su questi disagi enormi che devono affrontare i cittadini ogni giorno, indicando anche delle soluzioni a basso costo per trovare i soldi per queste cose fondamentali (partendo dall'abbattimento delle enormi spese superflue e da una riorganizzazione funzionale ed intelligente delle risorse umane presenti in Comune).

La stagione turistica (grazie al Sole e alle iniziative) è andata bene per fortuna. Ora ci vogliamo concentrare su chi rimane qui 12 mesi l'anno?


da Paolo Battisti
Portavoce L'Altra Senigallia con la Sinistra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2015 alle 14:49 sul giornale del 04 settembre 2015 - 1767 letture

In questo articolo si parla di paolo battisti, politica, senigallia, L'altra Senigallia con la sinistra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anKW


Mica facile. La manutenzione ordinaria a Senigallia è stata dimenticata pet anni, da ben prima della crisi e del patto di stabilità.

Strade e marciapiedi sono così messi male che sarebbero da ricostruire da capo.

Ma sembra che la cosa non interessi

A me non interessa se sei portavoce di qualcuno,
Ma, come cittadino, condivido ciò che descrivi.
É da tempo che camminiamo la sera con la torcia elettrica.
Concludo col fare presente che é pieno di escrementi di cani ovunque.
Attraversamenti pedonali invisibili...

Il fatto che sia pieno di escrementi di cani aumenterebbe la colpa del comune? O sarebbe solo indice della maleducazione di chi non si presta a raccogliere ciò che produce il proprio cane? Dai...

Alberto Diambra

04 settembre, 12:14
Caro Paolo è meritoria la tua passeggiata notturna ma se ti vuoi rendere conto come l'Amm.ne Comunale di Senigallia ha cura dei cittadini dovresti vedere gli esposti e denunce presentate dai cittadini anche per conoscenza a tutti i consiglieri compreso Sindaco e Presidente del Consiglio.Ti sembra onesto lasciare i residenti della zona PEEP Misa con acqua e fango nelle loro abitazioni non appena il fiume Misa sale di livello?Non parliamo della qualità di vita nella zona dopo che il territorio è stato massacrato a seguito di una urbanizzazione fine a se stessa.E non parliamo delle continue opere approvate in zona PAI che ne aumentano il pericolo , il tutto con il beneplacido del Sindaco.Se ti documenti non mi puoi smentire.

dalmazio francesconi

04 settembre, 12:50
Ho piu' volte incontrato il Sindaco Sig. Mangialardi in occasione delle sue visite nei quartieri per incontrare i cittadini.Se venivano fatte domande su questi argomenti la risposta era sempre:L'amministrazione fa quello che puo' con le poche risorse che ha,abbiamo un tesoretto di seimilioni di euro che non possiamo utilizzare per via del Patto di Stabilita'.L'Amministrazione non intende diminuire di un solo euro la cifra a disposizione per i Servizi Sociali e per il turismo.Sacrosanto,perche' pero' dopo le elezioni si sono dovute aumentare tutte le tasse su casa,Irpef e si e' dovuto abbassare il tetto di deducibilita' da 15 a 12 mila euro? Sono stati messi a pagamento parcheggi che erano da sempre gratuiti? Le multe sono aumentate a dismisura ( tranne durante il Jamboreee ),dove' finito il tesoretto?Ai cittadini non interessa conoscere i redditi degli Assessori e via dicendo ,interessa sapre per esempio, se con i soldi risparmiati dai tagli degli stipendi dei Dirigenti,dalle eccessive spese legali e suprattutto dalle costosissime Consulenze esterne ,il piu' delle volte infruttuose,ci si e' potuto riparare quel marciapiede o potenziare l'illuminazione di quella via ecc.ecc.

Gran bella scoperta e non credo che abbia dovuto faticare molto per accorgersene. Anche l’ex Volpini è caduto e ha denunciato l’accaduto, come non ne fosse responsabile per gli anni in cui ha fatto l’assessore acconto a Lei, ma nessuno dell’amministrazione gli ha dato peso. Sciocchezze doveva starci attento, avranno pensato. Allora egregio Battisti mi saprebbe dire, poiché qualche responsabilità ce l’ha anche Lei, perché nel bilancio preventivo 2015 la spesa complessiva per viabilità, circolazione stradale è salita da 1.497.842 a 2.128.355 (+ 630.513 € pari ad un incremento del 42%)? E perché la spesa per il personale riguardante la stessa funzione è passata da 483.839 a 1.122.303, ossia di ben 638.464 € pari al 132%? Forse intendono mettere in sicurezza le strade con l’assunzione di nuovi stradini? Mah, ne dubito. Vedremo.

Allora dico anche io la mia.
Prima vanno sistemate le strade intorno a Roncitelli!