Ostra Vetere: lettera aperta al sindaco, 'Ma che bravo, Memè, che hai ritinteggiato l’asilo. Ma la RSA?'

30/08/2015 - “Vogliamo il meglio per i nostri bambini – dice il Sindaco Luca Memè – Considerata la giovane età degli utenti, non basta garantire loro un ambiente, sano, sicuro e a norma.

Perciò abbiamo cercato di renderlo anche più confortevole e accogliente, con l’obiettivo di stimolare, attraverso i colori, il buon umore, la creatività e il pieno sviluppo delle potenzialità cognitive e comunicative”. Ma che bravo, Memè, che hai ritinteggiato l’asilo. Un’opera pubblica così mastodontica meritava davvero quel comunicato compiaciuto che hai mandato agli organi di stampa perché lo pubblicassero. Non sia mai che un’opera così colossale possa passare sotto silenzio.

Non capita infatti tutti i giorni che si faccia ordinaria manutenzione. E’ davvero un fatto eccezionale che vi abbia provveduto ora la tua amministrazione. Certo, non capita tutti i giorni che la tua amministrazione faccia qualcosa. Anzi, non capita quasi mai. E allora c’era de aspettarselo che simile eccezionale evento fosse sbandierato ai quattro venti. Capirai, tinteggiare un immobile è cosa davvero “ciclopica” per chi non dà mai prove evidenti di ciò che sa fare, per il semplice motivo che proprio non fa.

Bravo, bravo, se basta così poco per farti andare in brodo di giuggiole, ti diciamo ancora bravo. E se a noi sembra in effetti un po’ pochino, e meno ancora pare che sembri ai nostri compaesani che sbuffano insoddisfatti, tu, Memè, continua pure a gloriarti, se questo ti tiene sveglio. Perché di svegliarsi c’è proprio bisogno. Anche su altre cose ben più importanti. Per esempio, che fine stai facendo fare alla nostra RSA? Mica vorrai farla chiudere davvero definitivamente, eh? Un tuo omologo, vent’anni fa durante il ventennio sfascista, ha lasciato sfasciare l’Ospedale.

Non ci dire adesso che tu farai altrettanto con la RSA? Ma che bravo, Memè, che hai tinteggiato l’asilo affermando “Considerata la giovane età degli utenti, non basta garantire loro un ambiente, sano, sicuro e a norma”. Ma la RSA? Dovresti dire anche che “Considerata la veneranda età dei compaesani anziani, bisogna garantire loro una struttura sanitaria efficiente, un ambiente sano, sicuro e a norma. Bisogna riaprire la RSA”. Ecco, questo dovresti dire, Memè. Intanto noi ti diciamo: “Ma che bravo, Memè, che hai ritinteggiato l’asilo. Ma la RSA?”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2015 alle 16:37 sul giornale del 31 agosto 2015 - 3372 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, politica, montenovonostro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anBU