Montemarciano: 2.000 balle di paglia a fuoco nella notte, 50.000 euro di danni. Non si esclude il dolo

30/08/2015 - Ancora in corso di accertamento le cause dell’incendio, divampato nella notte tra sabato e domenica in un campo agricolo a Marina di Montemarciano.

Erano circa le 3 quando 2.000 balle di paglia, per un peso complessivo di 800 tonnellate, precedentemente accatastate in una porzione di fondo rustico di proprietà di un imprenditore agricolo del luogo, hanno preso fuoco.

Le fiamme, ancora attive ma controllate dai Vigili del Fuoco di Senigallia intervenuti sul posto insieme ai carabinieri di Montemarciano incaricati delle indagini, non hanno provocato danni ad altre cose o persone. Nelle vicinanze non sono presenti abitazioni e, secondo le prime verifiche eseguite dal personale tecnico, neanche la rete ferroviaria avrebbe subito danni. Infatti, vicino al luogo dell’incendio, è presente un traliccio dell’alta tensione di proprietà della Terna s.p.a. per il trasporto dell’energia elettrica alla rete ferroviaria.

Le balle bruciate, per un danno di 50.000 euro, erano di proprietà di due imprenditori agricoli, conto terzisti, di Santarcangelo di Romagna (RN).

Al momento nessuna ipotesi è esclusa, compresa quella dolosa.







Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2015 alle 09:52 sul giornale del 31 agosto 2015 - 2267 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, montemarciano, vigili del fuoco, carabinieri, marina di montemarciano, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anBj