Ostra: laboratorio di patchwork

27/08/2015 - All’inizio dell’estate è nato ad Ostra un Circolo di appassionate di patchwork (letteralmente: lavoro con le pezze), l’affascinante arte tessile, dalle inesauribili possibilità creative, che consente di “giocare” con le stoffe e, ago alla mano, realizzare “mosaici di tessuto”, rifacendosi alla tradizione inaugurata dai pionieri d’America e diffusasi, poi, in tutto il mondo, grazie soprattutto alle loro splendide trapunte (quilt).

Il Circolo “Pinsquilt”, (il nome ironicamente richiama, nel suono, un famoso circolo della letteratura inglese, nato dalla penna di Dickens: là ci si riuniva per condividere racconti di viaggio, qua ci si riunisce per condividere ”racconti… di pezza”), per promuovere la conoscenza e la diffusione del patchwork propone periodicamente Workshop e dimostrazioni.

Il prossimo laboratorio si terrà ad Ostra sabato 5 e domenica 6 settembre 2015. Sarà dedicato all’autunno e avrà come tema uno dei  blocchi tradizionali del patchwork,  noto come “Piatto di Dresda”, perché liberamente ispirato ai disegni floreali delle porcellane tedesche del XIX secolo: il blocco verrà proposto nella sua veste tradizionale, ma anche nelle più moderne rielaborazioni creative.

Ai partecipanti sarà data l’opportunità di apprendere la tecnica  e i “segreti” per ottimizzare il lavoro e di realizzare sul posto un proprio quilt: sarà particolarmente curata la fase della progettazione, perché ogni lavoro sia originale ed unico. Chi ha la curiosità di avvicinarsi a questo hobby davvero coinvolgente ed affascinante e desidera iscriversi al corso o avere maggiori informazioni, chiami il numero 366.9533016 ( o invii un messaggio e sarà richiamato). I posti disponibili sono limitati.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2015 alle 17:29 sul giornale del 28 agosto 2015 - 532 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra, Circolo “Pinsquilt”, patchwork

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anxJ





logoEV