Trecastelli: Peverelli e Fattori, 'Spese correnti fuori controllo e le strade restano chiuse'

26/08/2015 - Verificare, approfondire quanto dichiarato dalla maggioranza in comunicati stampa e in incontri pubblici crediamo sia cosa utile per i cittadini al fine di fornire una corretta informazione. Nella campagna elettorale per la fusione del maggio 2013 e in quella successiva per le elezioni amministrative, che appaiono legate a doppio filo, l’attuale maggioranza consiliare ha sbandierato cifre roboanti che poi si sono sgonfiate alla prova dei fatti. Comunque dei denari, anche se meno di quelli sbandierati, nelle casse comunali arrivano.

Le risorse quindi ci sono, ma per stessa ammissione dell’amministrazione durante l’incontro pubblico di Ponte Rio che si è tenuto il 18 maggio 2015 tali risorse vengono destinate alle spese correnti, non agli investimenti.

Per spese correnti si intendono ad esempio le indennità di funzionari ed amministratori, queste ultime in continuo aumento. Oltre all’indennità di 1794 Euro mensili del sindaco  - Determina n. 195 del 12/12/14 -  dobbiamo menzionare l’indennità di 1000 Euro mensili del vicesindaco, a fronte degli impegni tipici di un assessore, ma che comprendono solo 4 ore settimanali di ricevimento al pubblico. E’ da registrare anche l’aumento recente (1 febbraio 2015) dell’indennità dell’assessore ai lavori pubblici Sebastianelli, anch’essa di circa 1000 Euro al mese, un bell’arrotondare di questi tempi. A che serve ridurre le giunte da tre ad una se poi si aumentano le indennità di assessori che lavorano, quindi hanno già uno stipendio? Mentre prima, coi tre comuni separati, alcuni facevano l’assessore gratis o quasi. Altro esempio di spesa corrente sono le spese di gestione del Villino Romualdo, sul quale invitiamo ad un po’ di sobrietà e di sincerità nei comunicati stampa, chiunque può vedere che la strutture è sempre vuota, tranne nei rari e costosi eventi. Circa 2000 Euro mensili di costi del personale a fronte di circa 12 ore di apertura settimanali in media. Evidentemente la crisi non è per tutti. Su questo tema, sul quale è in atto una offensiva mediatica, e sui costi del centro giovanile, senza giovani al suo interno, sarà necessario tornare.

Per tornare ai tanto sbandierati lavori pubblici, ci sono alcune opere effettivamente utili in programma, come l’intervento in via M. L. King  del costo di 195.000. Però tale opera viene coperta non con risorse comunali, ma con un finanziamento che ovviamente implica interessi a carico del comune, quindi pagati con le nostre tasse, che, a livello locale, andranno ad aumentare proprio per questo tipo di scelte amministrative. Speriamo di sbagliarci, ma non sembra logico spendere risorse nel modo che abbiamo sopra evidenziato. Intanto i cittadini si ritrovano a dover percorrere strade malmesse, piene di buche. Estemporanei  lavori degli operai del comune, nonostante la solerzia di alcuni di loro, non risolvono certo il problema. Vari sono i tratti di strada chiusi al traffico. In un articolo del Comune si parlava di via San Rocco, e non si comprende quale sia la volontà dell’amministrazione al riguardo.

L’unica certezza è che il contributo sperato con il bando “6000 campanili” non arriverà.  Intanto il senso unico in via Santa Caterina sta provocando non pochi problemi a chi percorreva quel tratto di strada anche più volte al giorno. Da fonti attendibili apprendiamo che il sindaco ha affermato la sua volontà di non riaprire via San Rocco per far in modo che la gente passi per Castelcolonna con l’automobile, così l’ex comune rivive. Originale modo per far rivivere questo borgo!  Auspichiamo che sia solo una voce di paese! Borgo abbandonato in cui impera l’incuria (mura piene di erbacce, bagni pubblici sudici, e non solo): non poteva esistere scelta migliore di prevedere quali opere pubbliche per il 2015-2016 il posizionamento di una casetta per l’acqua e null’altro. Per carità, meglio di niente!! Nel frattempo ricordiamo alla maggioranza che via San Rocco,  bretella di collegamento tra Ripe e Frazione Croce, è molto trafficata e utile a molti cittadini.


da Nicola Peverelli e Giuseppina Fattori
Gruppo Trecastelli ai Cittadini e Solidarietà Partecipazione






Questo è un articolo pubblicato il 26-08-2015 alle 18:54 sul giornale del 27 agosto 2015 - 941 letture

In questo articolo si parla di Giuseppina Fattori, trecastelli, Nicola Peverelli, trecastelli ai cittadini, Solidarietà Partecipazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anvF





logoEV