Mangialardi (Anci Marche): “No alle trivellazioni in mare ed al progetto Sibilla”

mangialardi (anci marche) 22/08/2015 - “Cancellare i progetti di trivellazione e stoccaggio di CO2 per salvaguardare l'ecosistema del Mare Adriatico, la pesca e l'economia turistica non solo delle città della costa marchigiana, ma di tutto il territorio regionale”.

Nelle parole di Maurizio Mangialardi c'è incluso un secco NO alle trivellazioni nel Mare Adriatico da parte di Anci Marche.

“La sinergia con la Regione Marche ed il governatore Ceriscioli è forte su questo tema – ha aggiunto – ma i comuni marchigiani hanno voluto ribadire al governo nazionale la propria posizione netta dopo che nel recente passato troppi governi hanno permesso le trivellazioni al largo della costa marchigiana per la coltivazione di gas naturale ed il proliferare di piattaforme nel medio Adriatico. A questo si lega il NO al Progetto Sibilla contro lo stoccaggio geologico di CO2 al quale siamo decisamente contrari.

Nel decreto “Sblocca Italia” tale attività è prevista ma Anci Marche ha più volte sottolineato e resi i noti i potenziali rischi. “Auspichiamo che il dialogo porti ad accogliere la soluzione da noi proposta – ha concluso Mangialardi – e, in attesa di risultati concreti, vigileremo attentamente e siamo pronti a chiedere un incontro istituzionale urgente col governo nel quale far valere le nostre ragioni e quelle dei cittadini marchigiani”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2015 alle 16:59 sul giornale del 24 agosto 2015 - 1233 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, Anci Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anod


E' notizia di pochi giorni f, che le piattaforme petrolifere che opereranno davanti alle nostre coste, stanno navigando davanti alla Puglia. Speriamo che non sia troppo tardi per bloccarle. Ma la vedo dura.

dalmazio francesconi

23 agosto, 00:47
Tutti siamo contro le trivellazioni in Adriatico,pero' le piattaforme
Clara nw e Bonaccia nw sono quasi arrivate al largo della costa di Ancona e sono pronte all'ormeggio ,come le fermiamo ?

Michele

23 agosto, 08:53
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Luigi Alberto Weiss

23 agosto, 08:58
S'è svegliato il presidente dell'ANCI MArche!

Ed è arrivato anche il comunicato ufficiale del Sindaco di Senigallia nonchè presidente ANCI Marche.
Bene.
Anche perchè era perfettamente inutile che i singoli sindaci si muovessero, ma hanno potuto fare pressione perchè prima si muovessero le Regioni che hanno raccolto le loro istanze e adesso assieme alle Regioni possono farsi davvero sentire in maniera concreta e non solo per "dare fiato alla bocca".

Luigi Alberto Weiss

23 agosto, 19:29
Mister Sole insisto: più realismo. L'entrata in esercizio delle trivelle à questione di ore. Il resto è solo fumosa liturgia della politica.

N.H.m.u.

23 agosto, 23:31
Commento sconsigliato, leggilo comunque

N.H.m.u.

23 agosto, 23:37
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV