Mission Impossible - Rogue Nation: la recensione

20/08/2015 - In forma più che mai, giunto al quinto capitolo, Mission Impossible - Rogue Nation sembra non invecchiare mai, come il suo protagonista Ethan Hunt (Tom Cruise, 53 anni!). Girato tra Londra e il Marocco, questa volta la missione impossibile sarà di sgominare Il sindacato, organizzazione terroristica parallela al mondo dell’intelligence internazionale.

Per raggiungere questo obiettivo Ethan Hunt dovrà agire fuori dalla protezione dell’IMF, l’agenzia interna alla CIA smantellata dal governo americano per presunte irregolarità.

In una trama intrigante quanto attuale - Il sindacato uccide capi di governo mascherandoli da incidenti e provoca attentati capaci di influenzare la scena politica globale - Ethan è affiancato da Ilsa Faust (Rebecca Ferguson), agente operativo infiltrato nel sindacato, protagonista di scene d’azione degne dei suoi colleghi maschi, a conferma di una nuova tendenza hollywodiana, che riserva alle donne ruoli più paritari (vedi Charlize Theron in Mad Max: Fury Road). Per intrattenere J.J. Abrams confeziona scene con alto tasso adrenalico, dalla scena di apertura con Tom Cruise attaccato a un aereo in fase di decollo (senza stunt man), proseguendo con inseguimenti con auto e moto sulle autostrade del Marocco, fino al bagno in una piscina molto pericolosa, pur di recuperare informazioni ultraprotette.

Il film non delude le aspettative e diverte, con un montaggio ritmato, al tempo del noto tema musicale che caratterizza il franchise fin dalla serie televisiva da cui è tratto. Il pubblico internazionale ha già mostrato di gradire, con un incasso che questo fine settimana supererà 400 milioni di dollari, e Tom Cruise ha già annunciato un sesto episodio, forse sul set già nell’estate 2016.

Qui la scheda del film con i commenti dei lettori.





Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2015 alle 07:02 sul giornale del 21 agosto 2015 - 3751 letture

In questo articolo si parla di cinema, luca conti, spettacoli, tom cruise, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anjR

Leggi gli altri articoli della rubrica cinema