“Questo trenino a molla che si chiama il cuore”, Loredana Lipperini presenta il suo libro nel cortile della Rocca

Pagine di un libro 17/08/2015 - Questo trenino a molla che si chiama il cuore. E’ il titolo del libro scritto da Loredana Lipperini che l’autrice, intervistata dal giornalista Matteo Massi, presenterà mercoledì 19 alle ore 21,15 nel Cortile della Rocca Roveresca (e non alla Rotonda a Mare come originariamente previsto) nell’ambito degli incontri della rassegna “Sognalibro”.

Loredana Lipperini, giornalista e scrittrice, collabora con le pagine culturali della Repubblica e conduce Fahrenheit su Radio Tre. Tra i suoi libri ricordiamo: “L’ho uccisa perché l’amavo. Falso!” (con Michela Murgia), “Non è un paese per vecchie”, “Di mamma c’è n’è più d’una”.

In questo trenino a molla che si chiama il cuore Loredana Lipperini racconta la Val di Chienti, le Marche, lungo i confini.

“La Valle – scrive - è abituata al doppio. Doppia è l’erba che spunta nei prati della Valle e che le donne sapienti usavano per dare concordia o sconcordia a seconda di quale parte veniva usata e se cresceva verso l’alba o verso il tramonto. Doppie sono le antiche divinità dei luoghi, doppio è il confine, perché l’Umbria annoda le sue curve con le Marche senza che il paesaggio cambi: semmai è la superstrada che sta rompendo quelle curve, tagliando in due le gole con i piloni e i viadotti”.
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2015 alle 15:27 sul giornale del 18 agosto 2015 - 510 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, libro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anfh





logoEV