Sgomento per la morte di Alessandro Zamboni: 'Addio al Re Leone'

alessandro zamboni 14/08/2015 - Un ragazzo riservato ma che sapeva farsi bene dalla gente. E’ anche per questo che la morte di Alessandro Zamboni ha ancora di più scosso la comunità senigalliese.

Soprattutto il mondo dei giovani e dei baristi del centro storico. “Il re leone”, come lo chiamavano gli amici anche per i suoi folti capelli ricci, era molto amato a Senigallia, città che lo aveva adottato da quasi vent’anni. Alessandro, nato e vissuto fino alla laurea a Roma, dopo il diploma al liceo classico ha frequentato la Sapienza. Poi il trasferimento a Senigallia. Da grande intenditore e appassionato di vini, Alessandro aveva deciso di aprire un locale a Senigallia, al Foro Annonario, cuore della movida. Il suo “Enoforum”, aperto alla fine del 2008, è il punto di riferimento per gli amanti del buon vino e dei prodotti di nicchia. Single e senza figlia, Alessandro era tutto dedito al lavoro e sempre disponibile con gli amici.

Proprio per questo mercoledì, era andato in scooter ad Ostra dove è in corso l’evento Ostramondo, al quale aveva partecipato per aiutare un amico allo spinatore della birra. L’ultima serata in allegria prima del beffardo destino. Ieri mattina, appena la notizia della morte di Alessandro ha fatto il giro della città, alcuni amici hanno voluto lasciare un segno di affetto deponendo qualche fiore accanto all'inferriata del bar.

Sconcerto anche fra i colleghi del Foro Annonario che ricordano Alessandro per “il suo carattere riservato ma allo stesso tempo cordiale e dai modi coinvolgenti”, dati anche dal suo “saper parlare di aneddoti e storie legate alla sue esperienze di vita”. Decine e decine i messaggi lasciati sulla bacheca Facebook. Tutti che salutano “Il re leone”, nel suo ultimo viaggio, dicendosi increduli e addolorati per una “partenza arrivata troppo presto” e per “quel prossimo bicchiere di vino insieme che non si berrà più”.





Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2015 alle 00:29 sul giornale del 14 agosto 2015 - 6831 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anaJ





logoEV