Sant'Angelo: giudice rincasa e mette in fuga i ladri

Carabinieri 09/08/2015 - Ladri hanno tentato di svaligiare l'abitazione del giudice Paolo Giombetti, a Sant'Angelo di Senigallia, ma sono stati costretti alla fuga dal rientro a casa del magistrato.

E' successo poco prima dell'una di notte tra venerdì e sabato. Giombetti, giudice monocratico ad Ancona, e la moglie stavano rientrando a casa quando hanno notato le finestre aperte del salone, che erano certi aver chiuso prima di uscire. Mentre la donna è entrata in casa per chiamare i carabinieri, l'uomo ha effettuato in auto un giro attorno alla villa, riuscendo ad individuare un uomo che scappava.

Il giudice ha provato ad inseguirlo, ma il malvivente si è dileguato tra gli alberi, lasciando cadere una borsa, peraltro vuota, sottratta in casa. Magro bottino per i ladri: niente in casa è stato rubato. Pochi minuti dopo sono giunti sul posto i carabinieri, ma dei ladri nessuna traccia. I militari hanno però trovato un'impronta sul vetro della finestra che è stata forzata dai ladri per introdursi in casa.





Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2015 alle 16:09 sul giornale del 10 agosto 2015 - 1447 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, furto in abitazione, marco vitaloni, sant'angelo di senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am1O





logoEV