Incidente in via Cellini, centauro finisce in ospedale

07/08/2015 - Un incidente tra un'auto e uno scooter si è verificato venerdì mattina in via Cellini.

Secondo una prima ricostruzione della dinamica dell'accaduto, uno scooter condotto da un 27enne di Senigallia è stato travolto da un'auto che proveniva da via Montenero. Sembrerebbe che l'auto, nel tentativo di immettersi in via Cellini, non si sia accorta dello scooter che stava passando.

Nello schianto il giovane in scooter è stato sbalzato a terra. Sul posto il 118 che ha trasferito il giovane all'ospedale di Torrette. La prognosi non è ancora sciolta ma il giovane non sarebbe in pericolo di vita.







Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2015 alle 16:16 sul giornale del 08 agosto 2015 - 3030 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amYp


Quell'incrocio è difficile e pericoloso, come sa chiunque lo abbia percorso.

Chi si immette da via Montenero si trova il traffico di via Cellini e anche quelli che da via Cellini girano a sinistra verso il poliambulatorio.

E quelli che percorrono via Cellini dall'ospedale spesso arrivano a grande velocità, contenti di avere finalmente un rettilineo.

Tutto complicato dalla pendenza.

Sarebbe bello che questo incrocio venisse sistemato in modo da renderlo più sicuro.

Considerando la deformazione e la posizione dell'auto pare si tratti di un classico da mancata precedenza.

Al signor Brenno ("vae victis"?):

Gli incroci sono pericolosi solo in un caso, la scarsa visibilità.

In ogni altro caso è la mancata osservanza delle banali norme del codice e la totale mancanza di prudenza a causare incidenti.

Il limite, in quel posto, è di 50 (chilometri orari, non metri al secondo).

Alternativamente tornate a scuola guida, vi fate spiegare il codice della strada e poi imparate a guidare rispettandolo.

Ogni forma di "sistemazione" è inutile se gli utenti se ne fregano delle regole base (precedenza, sorpasso, velocità, distanza di sicurezza).

Manco fosse la divina commedia da imparare a memoria.

Nel mondo ideale delle google car che si guidano da sole in cui vive "dicis" non esistono incroci pericolosi o difficili.

Peccato che poi a guidare sono gli uomini, e per gli uomini veri quello è un incrocio perlomeno complicato.

Se ci si vuole avventurare nelle ipotesi da tastiera, che lasciano il tempo che trovano, alla mancata precedenza, molto probabile, si possono aggiungere un potenziale eccesso di velocità dello scooter; un'auto in eccesso di velocità proveniente da nord che ha costretto chi si immetteva a fermarsi in mezzo, una buca (ce ne sono 1000) che ha fatto sbandare uno dei due mezzi, l'auto che si è fermata per la partenza in salita (può succedere a un guidatore anziano) e chissà quante altre cose.

Morale, i rilievi lasciamoli alla polizia locale, e chi può limitare i rischi sulle nostre strade non perda tempo e lo faccia.




logoEV