La Amati sul Jobs Act: "Si all'inserimento lavorativo dei neo maggiorenni delle case famiglia"

Silvana Amati 06/08/2015 - "Il riconoscimento da parte delle Commissioni lavoro di Camera e Senato della necessità di prevedere meccanismi per l'inserimento lavorativo dei neomaggiorenni provenienti da case famiglia o famiglie affidatarie, è un primo fondamentale passo per affrontare finalmente una lacuna inaccettabile e ingiusta".

Lo afferma la senatrice del Pd Silvana Amati.

"Ogni anno - spiega - circa duemila neomaggiorenni escono dai percorsi di accoglienza e vengono lasciati completamente soli, esposti al rischio di marginalizzazione e povertà. Una situazione che vanifica gli effetti dell'investimento che lo Stato sostiene per promuovere la crescita individuale dei minori fuori famiglia. In questi mesi, con i rappresentanti delle associazioni Agevolando, Domus de Luna e Terra dei Piccoli, abbiamo incontrato i colleghi delle Commissioni e rappresentanti del Governo, presentando dati raccolti a livello nazionale e proposte concrete nell'ambito dei decreti attuativi del Jobs Act. Ora abbiamo un'opportunità irrinunciabile - conclude Amati - continueremo ad impegnarci perché il Governo dia seguito alle segnalazioni delle Commissioni".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2015 alle 14:49 sul giornale del 07 agosto 2015 - 353 letture

In questo articolo si parla di attualità, silvana amati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amVp





logoEV