Furti: la Polizia denuncia tre rapinatori seriali

06/08/2015 - Nell’ambito dei servizi di contrasto ai furti e rapine, svolti dal personale del Commissariato di senigallia, insieme agli agenti del reparto prevenzione crimine di Perugia, intensificati in occasione del festival Summer Jamboree, è stata effettuata un’importante operazione di polizia giudiziaria con individuazione di tre pericolosi soggetti.

In particolare durante i posti di controllo effettuati nella varie zone della città, interessate nei giorni scorsi a qualche episodio di furto in appartamento, gli agenti hanno notato passare una macchina con tre persone a bordo e gli agenti hanno deciso di verificare dove si stessero dirigendo. I poliziotti hanno anche notato che il veicolo si immetteva all’interno del quaritere Vivere Verde e qui cominciava a girare per le via del quartiere, soffermandosi presso alcuni ingressi di appartamenti.

Dunque gli agenti hanno raggiunto il veicolo intimando l’alt. Sono così stati rintracciati i tre occupanti, identificati in V.P. classe ’74, M.C. classe ’61 e C.G. classe ’83, tutti originari del Piemonte e residenti nell’astigiano. Dai primi accertamenti i tre sono risultati avere vari precedenti penali. Anche in relazione al comportamento sospetto che tenevano, sono stati condotti in Commissariato per ulteriori e più approfonditi accertamenti. E' stato così possibile verificare che i tre nel corso degli ultimi mesi si sono resi responsabili di numerosi episodi di furti in appartamento nonché di rapine in varie parti d’Italia.

Gli agenti hanno proceduto ad un controllo del veicolo sul quale viaggiavano e qui sono stati trovati tutti gli strumenti per commettere tali tipi di reati. Sono stati trovati giravite, coltello, guanti, berretti, zainetto, ma anche apparecchi elettronici per il rilevamento di oggeti metallici del tipo utilizzato per rilevare la presenza di casseforti in abitazioni, nonchè torce. Tenuto conto del comportamento e dei gravi precedenti dei tre soggetti fermati, tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro ed i tre soggetti, risultati poi appartenere ad etina sinti del Piemonte, sono stati denunciati per possesso di arnesi atti allo scasso.

Inoltre stante la pericolosità delle tre persone e l’assenza di motivazioni circa la permanenza sul territorio di Senigallia, sospettando anzi che stessero preparando la commisione di qualche furto, gli veniva immediatamente notificato il foglio di via obbligatorio ed i tre sono stati allontanati dal comune.







Questo è un articolo pubblicato il 06-08-2015 alle 13:32 sul giornale del 07 agosto 2015 - 1824 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amVh


Non si risopverà mai niente in questo paese finché le leggi sono queste.

Prendiamo per buono l'articolo: se è vero che i tre nel corso degli ultimi mesi si sono resi responsabili di numerosi episodi di furti in appartamento nonché di rapine in varie parti d’Italia che cosa ci fanno a piede libero?

Ed è possibile che la Polizia al massimo possa dargli il foglio di via?
Se anche lo rispettassero (e forse stavolta gli conviene) possono andare a rubare e rapinare, indisturbati, a Marotta o a Fano.

Poi magari i poliziotti di Fano li beccano di nuovo e quelli si spostano a Pesaro.

Che disastro di paese!