“Adriatic Run For Children”, da Alberobello a Venezia per raccogliere fondi per la Lega del Filo d'Oro

06/08/2015 - Si chiama “Adriatic Run For Children” ed è l’iniziativa ideata dall’associazione Radio Montenovo di Ostra Vetere che vedrà protagonista il maratoneta Claudio Romani. Si tratta di una vera e propria sfida: correre 800 chilometri in due settimane, da Alberobello a Venezia, per raccogliere fondi a favore della Lega del Filo d’Oro, la Onlus che da oltre 50 anni è punto di riferimento in Italia per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

Un percorso che porterà l’atleta di Ostra Vetere in 29 città della costa adriatica, seguito da un camper dell’associazione Radio Montenovo che ad ogni tappa allestirà un apposito spazio per la raccolta fondi. La partenza dalla piccola cittadina pugliese è prevista l’8 agosto. Tra le tappe c’è anche Senigallia, dove Romani giungerà il prossimo 16 agosto al piazzale della Libertà. “Una bella manifestazione – sostiene il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – che, oltre allo scopo benefico, rappresenta un’importante occasione per promuovere una grande eccellenza marchigiana e un patrimonio nazionale come la Lega del Filo d’Oro, la quale, da anni, riesce a dare speranza alle persone più in difficoltà e serenità alle loro famiglie. Siamo davvero grati a Claudio Romani e all’associazione Radio Montenovo per questa idea che conferma ancora una volta come le Marche siano terra di solidarietà e impegno sociale. Ovviamente invitiamo tutti a partecipare il prossimo 16 agosto alla tappa senigalliese che si svolgerà davanti alla Rotonda” .

“Ringraziamo Claudio e l’associazione Radio Montenovo – aggiunge il sindaco di Ostra Vetere Luca Memè – che con questa iniziativa sono riusciti a coniugare la solidarietà con i valori più autentici dello sport. A loro formuliamo un grande in bocca al lupo per questa sfida che, ne siamo certi, saprà raccogliere il consenso di tantissimi cittadini”. “Auspico che siano in tanti ad aderire a questa iniziativa – afferma il segretario generale della Lega del Filo d’Oro Rossano Bartoli – e ringrazio Claudio Romani e Radio Montenovo per aver saputo coniugare impegno sociale e valori sportivi a supporto delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali”.

“Era da tempo che avevamo questa idea – racconta Romani – e siamo felici di poterla finalmente realizzare. Nel decidere di dare all’iniziativa sportiva anche uno scopo benefico, abbiamo pensato subito a questa importante realtà che è la Lega del Filo d’Oro. Abbiamo anche visitato il centro di Osimo e siamo rimasti molto colpiti dal prezioso lavoro che svolgono per i bambini e per le persone più in difficoltà”. La Lega del Filo d’Oro oggi ha davanti a sé un futuro ricco di nuove importanti sfide, che necessitano di un sostegno significativo anche in termini economici e di donazioni. Tra queste, la realizzazione del nuovo centro nazionale a Osimo, che consentirà maggiori servizi per la diagnosi precoce e l’incremento dei posti disponibili al Centro di Riabilitazione, con la conseguente riduzione delle lunghe liste di attesa. Con più di 500 dipendenti, tra operatori specializzati, personale sanitario, psicologi, assistenti sociali e oltre 600 volontari, la Lega del Filo d'Oro eroga i propri servizi nei centri di Osimo, sede nazionale dell'ente, Lesmo, Modena, Molfetta e Termini Imerese e nelle sedi territoriali di Roma e Napoli. A breve sarà attivata una nuova sede anche a Padova.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2015 alle 14:43 sul giornale del 07 agosto 2015 - 834 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amVk


N.H.m.u.

06 agosto, 17:52
Commento sconsigliato, leggilo comunque

N.H.m.u.

07 agosto, 08:49
Commento sconsigliato, leggilo comunque

N.H.m.u.

07 agosto, 09:06
Commento sconsigliato, leggilo comunque