Montemarciano: due città sconvolte per la morte di Flavio Giaccaglia

Flavio Giaccaglia 04/08/2015 - Fino alle otto di sera era stata una domenica di festa in via del Molino, nella tenuta della famiglia Spadoni, ma la serata è diventata in un attimo lugubre e nera, portatrice di morte e disperazione.


Flavio Giaccaglia aveva voluto esserci a tutti i costi: voleva partecipare alla festa di via del Molino, dove il suo amico Loris Spadoni coltiva da anni la passione per il “tractor pulling”, la corsa dei trattori con la slitta al traino, un marchingegno fatto in casa che può pesare dai 10 ai 50 quintali.

Flavio Giaccaglia ha trovato la morte in quel campo, alla fine di una giornata gioiosa e le cause sono ancora in corso di accertamento da parte degli inquirenti.

Originario di Montemarciano ma da tempo residente in via Sant’Andrea a Chiaravalle con la compagna Alessia, Giaccaglia aveva 28 anni, lavorava in un’azienda senigalliese come informatico ed aveva la passione per la tecnologia ed i computer. Proprio il suo hobby per filmati e riprese lo aveva portato in via del Molino: voleva immortalare con la sua piccola ma professionale telecamera GoPro le varie fasi di una manifestazione che conta molti appassionati nelle Marche e in Vallesina.

Domenica nella tenuta della famiglia Spadoni si erano dati appuntamento decine e decine di cultori della zona del tractor pulling, molti dei quali proprietari di bestioni che possono vantare motori da 340 cavalli. Massey Ferguson, Case, Lamborghini, JCB: insomma un vero sollucchero per gli appassionati, potenti trattori che poi vengono collegati ad una slitta che può essere caricata ulteriormente con bidoni e pesi per un massimo di 50 quintali. La gara consiste nel cronometrare una corsa in un rettilineo di 100 metri, con tanto di speaker, pubblico e cronometristi ufficiali. Come testimoniano le foto scattate da chi assisteva all’evento, la gara di domenica aveva avuto un ottimo riscontro di pubblico e di proprietari di mezzi.

Poco dopo le 15 erano cominciate le prove, alle 17 la gara vera e propria che richiede una preparazione meticolosa visto che occorre agganciare e sganciare ogni volta la slitta meccanica dai trattori.
Verso le 19,30 la competizione si era conclusa ed il divertimento in men che non si dica ha lasciato il posto al dramma, alla tragedia. Alla guida del suo trattore Loris Spadoni, meccanico alla Conerobus, grande appassionato di tractor pulling e proprietario della tenuta agricola dove si svolgeva la manifestazione, stava compiendo gli ultimi giri quando Flavio Giaccaglia, che era sulla slitta, è caduto forse a causa di un sobbalzo irregolare del mezzo sul terreno accidentato.

La dinamica del tragico incidente è ancora al vaglio degli inquirenti ma da quella caduta Flavio non si è più rialzato ed praticamente morto sul colpo. A nulla sono valsi i soccorsi e l’accorrere dei presenti ne l’intervento dei sanitari e dei militi della Croce Gialla di Chiaravalle. Il ventottenne non dava segni di vita ed i sorrisi hanno presto lasciato il posto alle grida di dolore dei suoi amici e della fidanzata Alessia. La polizia stradale di Senigallia ha svolto gli adempimenti ed i rilievi del caso.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2015 alle 11:14 sul giornale del 05 agosto 2015 - 5551 letture

In questo articolo si parla di cronaca, montemarciano, trattore, chiaravalle, gianluca fenucci, Flavio Giaccaglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amPu





logoEV