Cicconi Massi: 'Partire dalla lotta all'abusivismo per dare un segnale di legalità alle imprese tartassate'

giacomo cicconi massi 30/07/2015 - “Partire dalla lotta all'abusivismo per dare un segnale di legalità alle imprese tartassate da un bilancio pesante e complicato ma anche creare un fondo apposito dedicato alle imprese – dichiara Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia - La lotta all'abusivismo non può certo compensare una serie di aumenti per le aziende pesantissimi, dovuti in parte anche alla riduzione dei trasferimenti da parte del Governo centrale ai governi locali, tuttavia può rappresentare un punto di partenza per far entrare o rimanere dei soldi in tasca alle imprese.

In questa direzione va il blitz coordinato dalla Polizia del Commissariato di Senigallia in collaborazione con la Guardia di Finanza, la Polizia Municipale, la Capitaneria di Porto e i Carabinieri che ha portato al sequestro di oltre tremila capi con la verifica degli operatori interessati. Bisogna continuare allargando il raggio d’azione a laboratori fantasma, evasori totali e abusivi che non pagano le tasse, non versano contributi ed esercitano solo una forte concorrenza sleale.

Nei confronti del Governo centrale vanno poi prese pubblicamente le distanze rispetto ai tagli anche e soprattutto per far capire ai cittadini e alle imprese da che parte si sta. Non ci si può limitare a dire che la colpa degli aumenti è dovuta ai mancati trasferimenti. L'impresa è, e rimane, l'unico generatore di ricchezza ed è troppo facile attaccarla minandone le fondamenta - continua Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia.

Chiediamo pertanto la costituzione di un fondo specifico dedicato alle aziende (così come era stato previsto lo scorso anno) al fine di mitigare i pesantissimi aumenti di Imu e Tasi. Gli aggiustamenti sono necessari oltre che possibili e vanno fatti a beneficio delle imprese (le uniche finora a dovere sempre pagare). Ci vuole una strategia di crescita, costruttiva che a fronte di una tassazione che aumenta dia speranza e fiducia alle imprese. Confartigianato è pronta a dare il suo contributo al fianco e per la tutela delle imprese. ”  

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2015 alle 15:31 sul giornale del 31 luglio 2015 - 363 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, commercio, senigallia, giacomo cicconi massi, impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amEl


Luigi Alberto Weiss

31 luglio, 09:16
Gentilmente, signor segretario, quante imprese abusive la sua organizzazione ha denunciato in questi anni? Via, non dica che non ne sapete nulla. Nell'ambiente degli artigiani (imbianchini, elettricisti, idraulici, falegnami, muratori ecc.) ci si conosce troppo bene per sapere se quello che sta facendo i "lavoretti" nell'appartamento di fronte al proprio o nel negozio all'angolo è regolare oppure no. Non guardate solo al settore dell'abbigliamento e simili, dove sarebbe interessante conoscere la VERA destinazione dei prodotti sequestrati che sospetto possano essere venduti anche nei canali "ufficiali", per i quali i controlli sono debolucci. I blitz dai soliti cinesi sono fumo negli occhi!




logoEV