Castelleone: riaperto al pubblico il Parco Archeologico di Suasa

29/07/2015 - Domenica 26 luglio, alle ore 18.30, è stato finalmente riaperto al pubblico il Parco Archeologico di Suasa.

Per oltre 3 anni il Parco è stato forzatamente chiuso a causa del crollo di una parte della tettoia di copertura avvenuta nel febbraio 2012 a seguito delle abbondanti nevicate; questa Amministrazione Comunale, fin dal suo insediamento nel maggio 2014, ha puntato alla riapertura dell'Area Archeologica come obiettivo prioritario e urgente e ha lavorato incessantemente per ottenere questo risultato, in stretta collaborazione con il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio Città Romana di Suasa, nominato a seguito del rinnovo del Consiglio Comunale Castelleonese, e con la Soprintendenza Archeologica delle Marche nella persona della Dott.ssa Ilaria Venanzoni,  funzionario responsabile del nostro territorio, incaricata dal soprintendente Dott. Mario Pagano; ma anche con i tanti singoli amministratori e cittadini che si sono impegnati lavorando molto oltre le loro competenze e i loro incarichi.

Grande soddisfazione ed emozione, quindi, per il Sindaco Carlo Manfredi e il Presidente del Consorzio prof. Enrico Giorgi, così come per tutta L'Amministrazione Comunale e per i rappresentanti degli altri due Comuni membri del Consorzio, Corinaldo e San Lorenzo in Campo, poter nuovamente rendere fruibile la Domus dei Coiedii con i suoi splendidi mosaici, come primo importante passo per la valorizzazione delle nostre ricchezze e la creazione di progetti condivisi per la promozione dei nostri territori.

Soddisfazione anche per la presenza numerosa e attenta di pubblico, tanti hanno infatti voluto partecipare a questo evento, dai privati cittadini di Castelleone e dei Comuni limitrofi, ai rappresentanti delle Amministrazioni Comunali vicine, ai numerosi turisti; un po' di rammarico per l'assenza degli esponenti della politica regionale e nazionale.
Nell'occasione sono stati anche illustrati i risultati delle nuove scoperte nella Necropoli Orientale a seguito della consueta campagna di scavo dell'Università di Bologna.

L'importanza della riapertura del Parco Archeologico è stata ulteriormente rafforzata dall'avvio di una nuova iniziativa: il MERCATO DELLE TERRE SUASANE, un evento che coinvolge i tre Comuni del Consorzio e che ha come obiettivo la promozione del nostro territorio attraverso i suoi prodotti tipici; per la prima data, quella di Suasa appunto, nella meravigliosa cornice dell'anfiteatro romano è stato allestito un mercatino di tipicità del comprensorio del Consorzio e dei paesi limitrofi, dove  è stato possibile degustare, e acquistare, olio, vino, miele, frutta biologica, polenta, salumi, lonzino di fico, tartufo, gelato, marmellate, crescia e, naturalmente, la cipolla di Suasa; un evento che è stato possibile realizzare grazie alla collaborazione di tante persone, amministratori e volontari, che hanno lavorato duramente per l'organizzazione e l'allestimento, vogliamo ringraziarli tutti e in particolare Fabrizio Sebastianelli, che ha messo a disposizione il suo lavoro e la sua competenza a titolo gratuito.
I sapori delle "TERRE SUASANE" verranno proposti in altri eventi estivi, il 7 agosto nel centro storico di S. Lorenzo in Campo e il 12 agosto presso S. Maria in Portuno di Corinaldo.

Da questo nuovo inizio La Domus dei Coiedii e l'intero Parco, unitamente al Museo Archeologico, saranno visitabili nei giorni ed orari consultabili sul sito http://www.consorziosuasa.it, da rilevare per il mese di Agosto fino al 6 settembre (Festa della Cipolla) l'apertura giornaliera, escluso il lunedì, dalle 16.00 alle 20.00.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2015 alle 15:29 sul giornale del 30 luglio 2015 - 1123 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, attualità, comune di castelleone di suasa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amBp





logoEV