Serra de' Conti: manifestazione di interesse per il Monastero, 'Auspichiamo seguano sviluppi positivi'

Monastero di S. Maria Maddalena di serra de' conti 25/07/2015 - Il Monastero di Santa Maria Maddalena di Serra de' Conti è un bene culturale di rilevante interesse da molteplici punti di vista: si tratta di un complesso edilizio di dimensioni imponenti che caratterizza da secoli l'identità stessa del nostro centro storico, costituisce un patrimonio di spiritualità che vede avviato nel 2011 il percorso di beatificazione di Suor Maria Giuseppina Benvenuti (già Badessa del monastero, deceduta nel 1926).

Inoltre, dal 2002 l'Amministrazione ha fondato il museo delle arti monastiche "Le stanze del tempo sospeso" che racconta oltre cinque secoli di vita claustrale e, in questi anni, è stato apprezzato da studiosi ed esperti e ha accolto circa 27.000 visitatori.

La struttura monastica è chiusa da alcuni anni e l'Amministrazione comunale ha avviato dei contatti con la proprietà, informando adeguatamente le autorità ecclesiastiche e manifestando, con nota n. 5184 del 24.07.2015, il proprio interesse all'acquisto dell'edificio e dei beni mobili di pertinenza, al fine di evitare il degrado del monastero ed avviare un processo di valorizzazione con riflessi positivi sull'intera comunità in termini culturali, economici e turistici, in collaborazione con le altre istituzioni pubbliche e le autorità e organizzazioni culturali a livello regionale e nazionale.

Di questa prospettiva si parla da tempo nella comunità serrana e l'Amministrazione, dopo attenta riflessione, ha inteso raccogliere le sollecitazioni ricevute, informando tempestivamente i gruppi consiliari, ed anche avvalendosi di professionisti ed autorevoli esperti.

Naturalmente, si tratta soltanto di una manifestazione di interesse, di una dichiarazione di disponibilità, cui auspichiamo seguano sviluppi positivi. In questo momento storico difficile, riteniamo infatti che la valorizzazione del Monastero (in specifico l'ampia porzione sud, attigua al Palazzo comunale e al Museo) potrebbe rappresentare un esempio unico in Italia di museo/monastero di rilevante attrazione turistica e spirituale a dimensione regionale e nazionale, un patrimonio storico da cui trarre stimolo e ispirazione in molteplici settori (dalla ricerca storica alle attività culturali, dalla gastronomia all'agricoltura, dal recupero edilizio all'innovazione energetica, fino al settore tessile, all'artigianato, ecc.) e dare una nuova prospettiva alla comunità, alle attività civili, commerciali e imprenditoriali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2015 alle 18:10 sul giornale del 27 luglio 2015 - 740 letture

In questo articolo si parla di politica, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti, monastero di s. maria maddalena

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amrX


Luigi Alberto Weiss

27 luglio, 09:00
Basta scongiurare l'affidamento del progetto al solito esperto-trombone-criticod'arte che ne farebbe uno spazio a proprio uso e consumo o, al massimo, degli "amici degli amici" che da queste parti non mancano purtroppo.




logoEV