Trecastelli: il referendum sul nuovo plesso scolastico di Ripe in Consiglio Comunale

Nicola Peverelli 23/07/2015 - E’ stato convocato per il giorno mercoledì 29 luglio 2015 h. 21.00 presso la casa comunale di Ripe il consiglio comunale di Trecastelli.

Tra gli ordini del giorno da trattare(tutti gli ordini del giorno sono e debbono essere pubblicati sulla homepage del sito istituzionale del Comune www.comune.trecastelli.an.it), spicca la mozione presentata dal gruppo di minoranza la cui approvazione da parte del Consiglio impegnerebbe Sindaco e Giunta a realizzare il nuovo plesso scolastico di Ripe solo previo esito positivo di apposita consultazione referendaria che coinvolga tutti i cittadini di Trecastelli.

Vista la delicatezza del tema, il gruppo di minoranza consiliare invita caldamente tutta la cittadinanza a partecipare alla seduta di mercoledì p.v. poiché a tutti i cittadini appartenenti alle tre Municipalità di Trecastelli spetta il diritto di esprimersi direttamente sulle questioni di maggior spessore che coinvolgono ed impegnano tutta la comunità trecastellana.


da Nicola Peverelli
consigliere comunale Trecastelli ai Cittadini




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2015 alle 16:12 sul giornale del 24 luglio 2015 - 1004 letture

In questo articolo si parla di politica, trecastelli, Nicola Peverelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amlz


Roberto Barazzoni

24 luglio, 07:45
Io non riesco a capire come si possa richiedere il referendum per la realizzazione di un'opera di questo tipo. Non ha alcun senso. Il plesso unico scolastico è un'opera fondamentale per il nostro neonato comune, richiedere l'istituzione referendaria sarebbe oltremodo inutile, perché allungherebbe i tempi di realizzazione e dannoso per la nostra comunità. E poi, chiedere il referendum su cosa? Sul diritto all'istruzione dei nostri ragazzi? Sul diritto alla sicurezza del luogo di insegnamento? Non vedo nessun vantaggio.rnCredo che l'attuale minoranza non sia degna rappresentante della cittadinanza, o per lo meno di quella minoranza che non ha votato l'attuale esecutivo. In tutti i consigli comunali ai quali ho partecipato, o in quelli che mi sono stati raccontati da chi c'era, la minoranza non ha fatto altro che ostruzionismo a oltranza, senza dare soluzioni o alternative valide. Non credo che un atteggiamento distruttivo di questo tipo possa permettere la crescita del nostro nuovo comune, penso invece che un comportamento maggiormente collaborativo possa creare le basi per risultati duraturi dei quali il nostro comune ha bisogno. Chiedere un referendum in questo modo direi che non é costruttivo, per usare un eufemismo. Spero nell'integrità e nella compattezza della maggioranza (non ne dubito).

Roberto non potevi scrivere meglio e dare il quadro perfetto e purtroppo di questa minoranza.
Da quando hanno iniziato a scrivere articoli ridicoli che ho provato a farli desistere su certe .......... ma pare che sono sordi e che peggiora il mio punto di vista su questa minoranza.

Bravo Roberto appoggio pienamente.

paolofiore

Elena Morbidelli

24 luglio, 11:30
Indire un referendum e far scegliere ai cittadini e' la cosa più democratica che possa esistere...ma forse la maggioranza non conosce nemmeno il significato di questo termine...visto come sta operando. Se il comune si indebita per 2 milioni d'euro io cittadino non avrò diritto di esprimere un parere? Secondo me e' fondamentale che siano i cittadini a decidere sul da farsi. Tra 4 anni l'amministrazione finisce il suo mandato, ma io cittadino rimango... a pagare!

Nicola Peverelli

24 luglio, 11:54
Cari Barazzoni e Fiore(il primo caro amico dell'assessore Sebastianelli ed il secondo amico di Mangialardi)venite mercoledì in consiglio comunale così vi spiego perché è necessario un referendum sul plesso e non sul diritto all'istruzione! Siete troppo simpatici voi del pd! Comunque vi do un piccolo indizio: alle elezioni dello scorso maggio a Trecastelli la maggioranza dei votanti 50,...% ha detto NO al programma del sig. Conigli e quindi anche al famoso plesso. Lo so, per voi non conta nulla...Del resto Renzi sta dando dimostrazione di che cosa sia per lui la DEMOCRAZIA e vedo che ancora qualche azzardato discepolo continua a seguirlo nonostante l'inevitabile parabola discendente. Bravi!!! Nicola Peverelli

Mina neri

25 luglio, 10:42
Che delusione la minoranza di Trecastelli!!!! Fare giochi politici sulla pelle dei nostri figli e sulla loro istruzione. Forse nessuno di loro è un genitore che da anni aspetta una scuola adeguata e migliore per i propri figli. Certo fate tardare ancora i lavori così i nostri figli continueranno a stare in un edificio con poco spazio, senza palestra e tanto altro. Complimenti!!! Geniali....

Piaggesi Marzia

25 luglio, 17:36
sigra Mina Neri
Mi spiace deluderla ma anche io sono genitore, solo che a differenza non credo che un plesso da oltre due milioni di euro incida sull'istruzione di mio figlio. Magari si potrebbe ad un costo sicuramente inferiore adeguare e migliorare le strutture esistenti.
In un paese democratico come dicono sia il nostro, ogni uno ē libero di esprimere le sue idee e quindi perché non far decidere i cittadini???
Lei è veramente sicura che sia un referendum ad allungare i tempi di realizzazione del plesso?..




logoEV