Corinaldo: a Santa Maria in Portuno torna la magia della rassegna “Quelle antiche sere"

21/07/2015 - Continua senza sosta la stagione estiva di Corinaldo, che questa settimana prevede un importante appuntamento con la cultura. È infatti in calendario per sabato sera il secondo incontro inserito nella rassegna “Quelle antiche sere”.

Dopo il primo appuntamento (sono tre in totale e vanno in scena tutti nel sito di Santa Maria in Portuno, ubicato nel quartiere Madonna del Piano, a partire dalle 21.15) avvenuto lo scorso 14 luglio, sabato sarà la volta de “Iliade. L’ira, la vendetta, la pietà”. Un importante spettacolo coordinato dalla Rassegna Teatri Antichi Uniti (TAU) e Amat, in collaborazione con L’Università di Bologna, la Soprintendenza Marche e l’Amministrazione comunale.

La rassegna “Quelle Antiche Sere” ha come obiettivo la valorizzazione, attraverso iniziative di carattere culturale e di spettacolo, dell’intero sito di Santa Maria in Portuno, dove già proseguono gli scavi portati avanti dalla Facoltà di Archeologia di Bologna, in cui si alternano periodicamente gruppi di alunni della facoltà e di altre sedi distaccate per riportare alla luce antichi, preziosi reperti

Lo spettacolo di sabato sera “Iliade” si struttura in tre tempi sull’epopea di Achille durante la guerra di Troia. Il primo è incentrato sull’ira di Achille nei confronti di Agamennone, poiché questi aveva privato Achille di Briseide, schiava del Pelide. Nel secondo, come riporta il titolo, viene mostrata la vendetta di Achille contro Ettore, figlio del re di Troia, che aveva causato la morte di Patroclo, amico fraterno del Pelide. Quindi, il terzo e ultimo tempo mostra la pietà di Achille, che riconsegna il corpo di Ettore al re Priamo, di cui lo stesso Ettore è figlio.

La rappresentazione è un “radio teatro” di Luca Violini, che ne cura voci e regia. Le musiche e la post-produzione audio sono di Gabriele Esposto, il disegno del suolo di Claudio Cesini e Riccardo Rocchetti, le voci femminili fuori campo di Caterina Rosi e Milena Costantini. Considerati i posti limitati, è consigliabile prenotare (allo 071 2075880 o al 349 1941092).

Ma non finisce qui. Prima dello spettacolo infatti si svolgerà un “AperiTAU”, una visita all’area archeologica a cura del Dipartimento di Archeologica dell’Università di Bologna e Comune di Corinaldo a partire dalle ore 19.30.


 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2015 alle 15:14 sul giornale del 22 luglio 2015 - 438 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amel





logoEV