Week end di caldo record: tutti al mare tra intoppi e qualche malore

19/07/2015 - La spiaggia di velluto manda agli archivi un week end da bollino rosso. Ma è solo un test di prova in vista dei prossimi fine settimana, di qui a fine agosto.

Il caldo rovente e la concomitanza di eventi sportivi sul lungomare Mameli a causa della manifestazione X-Masters, hanno messo a dura prova la viabilità e l’afflusso in spiaggia. Domenica (ma anche sabato), la colonnina di mercurio che ha sfiorato i 40 gradi, ha riversato turisti, pendolari e cittadini in spiaggia riempiendo stabilimenti e spiagge libere. Tutti alla ricerca di un refrigerio anche se le ore centrali sono state all’insegna del fuggi-fuggi alla ricerca di un riparo al fresco.

Ristoranti e locali, soprattutto se con aria condizionata, hanno registrato il pienone mentre a partire dalla seconda metà del pomeriggio in tanti si sono divisi tra l’aperitivo in rima al mare e gli sport in spiaggia. Proprio per gli appassionati di sport, sul lungomare Mameli la manifestazione X-Masters ha registrato il gran pienone. Fin da sabato ha attirato centinaia di curiosi e appassionati con il culmine raggiunto con la festa in spiaggia di sabato sera.

Problemi logicamente si sono verificati alla viabilità a causa della soppressione dei parcheggi sul lungomare nel lungo tratto interessato dalla manifestazione. Diverse le “rinunce” dei bagnanti a raggiungere in questi giorni quel tratto di mare mentre la statale è risultata particolarmente intasata. Diverse le richieste di intervento alla Polizia Municipale per la rimozione di veicoli che ostruivano i passi carrai. Sabato sera il lavoro delle forze dell’ordine è stato per garantire lo svolgimento della movida nel rispetto della sicurezza e dell’ordine pubblico.

Oltre che sul lungomare Mameli, sorvegliato speciale è stato il centro storico particolarmente gremito e con i locali tutti strapieni. Nelle giornate di sabato e domenica lavoro extraanche per il Pronto Soccorso cittadino alle prese con affaticamenti e qualche colpo di calore. Per fortuna nulla di grave ma in diversi, tra residente e turisti, si sono rivolti alle cure dei sanitari per lievi malori provocati dal troppo caldo. Principali vittime gli anziani e i soggetti già alle prese con problemi di pressione e di cuore. Nessun codice è risultato grave e tutto si è risolto con controlli e gli indispensabili consigli da rispettare per resistere al caldo afoso che, stando alle previsioni, durerà ancora una settimana.





Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2015 alle 23:30 sul giornale del 20 luglio 2015 - 751 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/al0p