La Città Futura promuove il “baratto amministrativo”

logo 2015 la città futura senigallia 16/07/2015 - La Città Futura sinora non è stata di certo tenera col decreto “Sblocca Italia”, tuttavia, dobbiamo riconoscerlo, almeno un articolo che ci piace c’è, è il N° 24, dal titolo “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”.

E’ quasi l’uovo di Colombo. Chissà in quanti e quante volte ci avevamo pensato, però mancavano strumenti legislativi che lo rendessero possibile. In pratica, con l’art. 24 del D.L. 133 del 2014, si da l’occasione ai comuni di istituire una forma di “baratto amministrativo” per dare la possibilità a cittadini economicamente in difficoltà di pagare tributi e tasse comunali, attraverso ore di lavoro nell’ambito della manutenzione, pulizia e ripristino di spazi e beni comunali.

Assieme ai troppi esempi di malgoverno, a tutti i livelli amministrativi, esistono per fortuna anche tante esperienze virtuose e significative. Attingere alla miniera delle best practices è senza dubbio un modo saggio di migliorare il governo della propria città. E’ notizia di questi giorni che, probabilmente primo in Italia, un piccolo comune in provincia di Novara, Invorio, ha messo in pratica questa possibilità predisponendo e approvando un apposito regolamento comunale. In tempi in cui sono tante le persone che non riescono a far fronte agli obblighi fiscali per oggettive difficoltà economiche e, d’altra parte, i comuni, anche quando hanno risorse per farlo, non riescono ad assumere, a causa di norme sempre più stringenti in materia di contenimento della spesa per il personale, pensiamo che questa sia una opportunità da cogliere anche a Senigallia, e nel più breve tempo possibile.

Inoltre riteniamo che sia iniziativa coerente con la filosofia su cui si è fondata l’esperienza del Fondo di Solidarietà (che La Città Futura ha fortemente voluto), cioè offrire a chi è in difficoltà non mero assistenzialismo, ma l’opportunità di ottenere un sostegno economico in cambio di servizi resi alla collettività. Grazie al comune di Invorio sappiamo che si può fare, sarebbe colpevole non farlo. Nel primo Consiglio Comunale utile, quindi, La Città Futura presenterà un O.d.G. per impegnare Sindaco e Giunta a predisporre un regolamento volto a dare attuazione al cosiddetto “baratto amministrativo”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2015 alle 14:12 sul giornale del 17 luglio 2015 - 578 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/al2I


asterix

16 luglio, 20:00
Cari futuristi,invece di cazzeggiare con questo tipo di proposte e visto che siete in maggioranza, sarebbe meglio che vi impegnaste di più e meglio nell'utilizzo oculato del denaro pubblico, evitando sprechi e clientelismo. A proposito,dov'era il vostro assessore al bilancio quando si accumulavano milioni di euro di deficit nel bilancio comunale?
Ad maiora!