Sartini sul Consiglio Comunale: 'Non c'è più democrazia'

giorgio sartini 15/07/2015 - Le modalità con cui Senigallia è amministrata lasciano l'amaro in bocca. Ciò che manca è l'abc della democrazia. Purtroppo quanto accaduto in Consiglio comunale nella discussione degli argomenti all'ordine del giorno del 13 luglio scorso, ne è riprova.

Chi ha seguito i lavori del Consiglio ha potuto osservare che, su un emendamento presentato dal Consigliere Paradisi e riguardante la proposta di istituire una Commissione specifica sul rischio idrogeologico, il sindaco ha dato l'ordine al capogruppo del Pd di far votare contro. Il risultato su quattordici consiglieri di maggioranza solo uno ha avuto il buon senso, compresa la bontà della proposta, e la libertà di coscienza per dissociarsi dall'ordine calato dall'alto.

Non comprendiamo infatti quale sia il perché, il senso logico (è ora che nella politica cittadina torni a prevalere la logica ed il buon senso) alla bocciatura voluta dal sindaco ad una proposta che voleva porre al centro un argomento tanto vivo e sensibile con la creazione di una apposita commissione. Secondo aspetto è stata la discussione sulla variazione di bilancio ove, da 6,1 milioni di euro di avanzo il Consiglio ha approvato un assestamento con un deficit di oltre 6 milioni di euro. La cosa più drammatica è che il precedente Consiglio aveva approvato il bilancio il 29/04/2015 e la Giunta nella seduta del 30/40/2015, il giorno successivo, aveva adottato la delibera con cui prevedeva il deficit di cui sopra.

Ma nulla venne detto al Consiglio in carica di allora, neanche quando nella seduta di maggio venne approvata la variante al PRG; la modifica di bilancio poteva attendere, visto che si era in piena campagna elettorale e faceva più comodo sbandierare un avanzo di bilancio che in realtà non c'era. Auspichiamo in futuro che ogni Consigliere possa ragionare con la propria testa e votare di conseguenza. Soprattutto su quegli argomenti in cui, tecnicismo a parte, a prevalere dovrebbe essere la logica ed il buon senso. Senigallia Bene Comune avrebbe votato a favore della mozione in discussione che prevede un impegno diretto di tutto il Comune di Senigallia contro le trivellazioni in Adriatico e lo stoccaggio di CO2 e ha richiesto che il passaggio in Commissione venga calendarizzato in tempi strettissimi onde consentire il ritorno in Aula dell'argomento, dando modo così all'assise comunale di esprimersi onde attivare tutte le misure democratiche per opporsi ad uno scempio del nostro ambiente marino e non.

Speriamo che almeno su un argomento così importante, non si perda "tempo politico" per dargli attuazione.


da Giorgio Sartini
consigliere comunale Senigallia Bene Comune

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2015 alle 08:56 sul giornale del 16 luglio 2015 - 568 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio sartini, senigallia, Lista Civica, Senigallia Bene Comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alXP