Corinaldo: 38enne jesino ruba gasolio da un autocarro, arrestato mentre torna a casa a Senigallia

Carabinieri di notte 15/07/2015 - Furto di gasolio a Corinaldo. I carabinieri della Compagnia di Senigallia, nella notte tra martedì e mercoledì, hanno tratto in arresto un 38enne di Jesi ma residente a Senigallia, già noto alle forze dell’ordine.

I carabinieri del Nucleo Operativo infatti, intervenuti in via Mattei a Corinaldo dove era stata segnalata la presenza sospetta di una Opel Astra di colore scuro ferma vicino ad un autocarro Iveco Eurocargo ed un uomo che aveva allungato un sifone di gomma dal serbatoio del gasolio dell’autocarro verso una tanica, nonostante il tentativo di fuga del sospettato, sono riusciti a prendere il numero di targa dell’auto.

Una volta messo in sicurezza l’autocarro, al quale l’uomo aveva forzato il tappo del serbatoio, e recuperato il materiale (sifone e tanica che era stata riempita a metà), i militari hanno inseguito l’Opel Astra, a bordo della quale insieme all’uomo viaggiavano una donna e due bambini.

Nel frattempo, attraverso gli accertamenti nella banca dati, la Centrale Operativa è risalita all’identità dell’uomo, proprietario dell’auto. Pertanto i militari hanno raggiunto il 38enne nella sua abitazione di Senigallia mentre era in procinto di rientrare.

Qui il 38enne avrebbe tentato di giustificare la propria presenza nei pressi dell’autocarro dicendo che si era dovuto fermare per soddisfare un bisogno fisiologico, tuttavia l’immediata perquisizione dell’Opel Astra ha consentito ai militari di rinvenire una grossa tronchese di colore rosso del tipo usato per tagliare le lamiere.

Così lo jesino, già noto alle forze dell’ordine, riconosciuto dai carabinieri come l’autore del furto di gasolio, è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di furto aggravato dalla violenza sulle cose e su cose esposte alla pubblica fede e ristretto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida. Il gasolio recuperato è stato restituito al proprietario dell’autocarro mentre l’Opel Corsa, il sifone e la tronchese sono stati sottoposti a sequestro.

Mercoledì mattina il giudice del Tribunale di Ancona, convalidando l’arresto, in attesa del processo per la richiesta di termini a difesa ha disposto nei confronti del 38enne la misura cautelare degli arresti domiciliari.





Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2015 alle 14:37 sul giornale del 16 luglio 2015 - 1651 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, jesi, senigallia, corinaldo, arresto, furto, gasolio, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alYA





logoEV