Al via la quinta edizione di Demanio Marittimo.Km-278. Mangialardi, “Evento unico"

15/07/2015 - Al via la l’edizione 2015 di Demanio Marittimo.Km-278, la lunga maratona culturale notturna di Marzocca, ideata e curata da Cristiana Colli e Pippo Ciorra e promossa dalla rivista MAPPE e dall'Associazione Demanio Marittimo.Km-278.

Dalle 18 del pomeriggio alle 6 del mattino successivo, nello spazio di una sola notte la spiaggia di Demanio Marittimo.Km-278 ospiterà esperienze multidisciplinari, persone, geografie, community provenienti dal mondo dell’architettura, dell’arte, del design, della ristorazione e dell’innovazione, le quali, interagendo tra loro, restituiscono l’idea di un Adriatico come hub culturale, connesso al resto del mondo. La manifestazione si avvale della prestigiosa collaborazione del MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo, della Regione Marche, del Comune di Senigallia e di un’ampia rete di imprese, istituzioni e associazioni culturali, partner editoriali.

“Marzocca – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - è l’unico tratto della costa marchigiana che, privo di barriere, comunica idealmente con l’altra parte dell’Adriatico, senza interferenze. Su questo km-278 Cristiana Colli e Pippo Ciorra hanno avuto l’idea geniale di costruire questa maratona culturale dove tutto il lavoro di un anno, i concorsi di idee, i progetti, gli investimenti e la visione del futuro, prendono forma in una notte, creando un contesto davvero unico e lasciando un segno indelebile nel territorio e in chi partecipa. Il successo che ogni anno raccoglie Demanio Marittimo.Km-278 dimostra anche come la sinergia tra pubblico – privato possa svolgere un ruolo importante nel produrre cultura e innovazione”.

“Nello spazio pubblico di Demanio Marittimo – spiega Cristiana Colli - abbiamo scelto di ascoltare e accogliere storie ed esperienze che interrogano sui grandi processi della modernità in un anno speciale. Con le prospettive e le fenomenologie della metamorfosi, le migrazioni e le vocazioni che si pongono come temi radicali. Allora sulla spiaggia dei desideri, accanto ai driver e alle estetiche che ci rendono attenti e capaci di leggere il nostro tempo, non possiamo dimenticare la spiaggia dei bisogni, le preghiere sugli scogli, il senso dell'accesso al cibo, alla conoscenza, alla cittadinanza. Concepire e immaginare lo spazio pubblico è allora accettare il confronto con un’idea dello sviluppo che avrà nella cultura l’asse strategico che mette insieme responsabilità individuale e collettiva. Demanio Marittimo, la rivista Mappe e tutto il sistema Mappelab nascono e si sviluppano a partire da questa consapevolezza. Quest’anno più che mai”. Ricchissimo il programma: dall’architettura dell’altra sponda con il team OFIS di Lubiana, al premio YAP MAXXI 2015, dall’anteprima del progetto dedicato alla Città Adriatica di Olivo Barbieri al racconto della “Vita Sconnessa” di Enzo Cucchi. Special guest l’esperienza di Ars Aevi, museo di arte contemporanea di Sarajevo, avamposto di resistenza culturale oggi al centro di un progetto di ampliamento disegnato da Renzo Piano. Si rinnova anche l’attenzione dedicata alla giovane arte a cura di Andrea Bruciati con Drawing as Performance, con un’azione performativa di disegno live sulla spiaggia.

Focus sulle Marche a Expo2015 con Aldo Bonomi, editorialista del Sole 24 Ore e tra gli autori del Padiglione delle Marche che parlerà di Piero della Francesca con Francesco Benelli, architetto e docente alla Columbia University, mentre lo scenografo marchigiano Giancarlo Basili presenterà il suo progetto per il Padiglione Zero. Inoltre, spazio al food con il Future Food Institute e la mostra “Food: dal cucchiaio al mondo”, raccontata da Pippo Ciorra e Richard Ingersoll. Direttamente dal MAXXI arriverà la White Limousine di Atelier Bow Wow, uno dei pezzi più pregiati della mostra esposta nel museo romano. Infine i progetti di committenza per giovani talenti: oltre al progetto di allestimento The Exhibition Machine (ideato dagli studenti di architettura Giacomo Barchiesi, Giulio Mangiaterra, Damiano Mazzocchini), nasce il primo oggetto di merchandising di Demanio Marittimo.Km-278, “L’ag da ret”, biro che evoca la strumento tradizionale con cui si riparano le reti da pesca (ideata Martina Cecarelli, Nicolò de Vita e Flavio Nughes). Il piatto vincitore della seconda edizione del “Demanio Marittimo Street Food”, invece, è il panino di Alessandro Antonelli (Bocconcino di Patate con Baccalà Arrostito, Pomodoro Gratinato e Salsa Piccante). L’intero programma è consultabile sul sito www.mappelab.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2015 alle 11:44 sul giornale del 16 luglio 2015 - 462 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di comune di senigallia, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alX0





logoEV