Ricciatti (Sel): "Idrocarburi nelle valli del Cesano e del Metauro, il Mise fornisca informazioni"

Trivellazioni Monte Porzio 14/07/2015 - “Non è accettabile che attività potenzialmente invasive, come prospezioni, ricerche e coltivazione di idrocarburi e di stoccaggio sotterraneo di gas naturale, avvengano scavalcando comunità e territori coinvolti”.

 Lo afferma l’on. Lara Ricciatti di Sel in merito all’istanza di permesso di ricerca di idrocarburi in terraferma denominata “Monteporzio”, presentata dalla Società MAC OIL Spa, che interesserà i territori compresi nelle valli del Cesano e del Metauro, a cavallo delle province di Pesaro Urbino e Ancona.

“Purtroppo - continua la deputata di Sel - il decreto Sblocca Italia, che ha introdotto procedure semplificate per le concessioni delle autorizzazioni, sottraendo alle Regioni ogni compito di valutazione  per attribuirlo esclusivamente al governo centrale, rappresenta un deciso passo indietro sul fronte della trasparenza e dei principi di partecipazione dei cittadini e delle istituzioni locali nelle decisioni che li riguardano”.

“Trovo meritorio l’impegno di associazioni come Fuoritempo, delle associazioni ambientaliste e dei comitati di cittadini, nel monitorare e sensibilizzare su questioni così sensibili per l’ambiente, per la salute e per il paesaggio che viviamo ogni giorno. Per questo ritengo opportuno esercitare ogni prerogativa che il mio ruolo mi attribuisce per sollecitare il ministero dello Sviluppo economico a fornire chiarimenti”.

Pochi mesi fa Ricciatti era già già intervenuta, con una richiesta di chiarimenti al Mise, sul progetto Sibilla per lo stoccaggio di CO2 nel sottosuolo, davanti alle coste di Senigallia, e sulle possibilità di nuove autorizzazioni per la ricerca di petrolio attraverso trivellazioni nel mare Adriatico.

“Considerato che all’inizio di quest’anno anche diverse Regioni, tra le quali le Marche, hanno sottoposto le norme dello Sblocca Italia al vaglio della Corte Costituzionale, ho chiesto al ministro dello Sviluppo economico quali iniziative intenda intraprendere per consentire, nelle more della decisione della Consulta, la massima trasparenza nel processo di rilascio di titoli concessori inerenti alle attività petrolifere”.
 


da Lara Ricciatti
Deputata - SEL - Sinistra Ecologia e Libertà




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2015 alle 17:44 sul giornale del 15 luglio 2015 - 433 letture

In questo articolo si parla di politica, monte porzio, valle del cesano, lara ricciatti, valle del Metauro e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alWA


Interessante.

Piuttosto bizzarro che un'esponente SEL che, ricordo, grazie all'alleanza elettorale ha, de facto, regalato il 42 per cento dei parlamentari al PD, adesso tenti di parlare di "ecologia".

E' altresi interessante notare che i sindaci delle vallate interessate non abbiano ancora espresso parere.

Idrocarburi è un concetto generico ma tutti hanno in comune una caratteristica:

Il loro utilizzo produce co2.

Il governo parla tanto di innovazione, di tecnologia, ma è ancora fermo agli anni '50 del secolo scorso; l'importante è avere energia, non importa quanto inquinante, a basso prezzo.

Aspettiamo le eventuali dichiarazioni dei sindaci coinvolti, del presidente della giunta provinciale e del presidente della giunta regionale, tutti, credo (forse qualche comune) in mano al pd.