Corinaldo: tutto pronto per la 37° Contesa del Pozzo della Polenta

14/07/2015 - Presentata la 37esima edizione della Contesa del Pozzo della Polenta, la tradizionale rievocazione storica corinaldese che da quasi 40 anni anima l'estate del borgo più bello d'Italia.

A presentare l'edizione 2015, dal 17 al 19 luglio, il presidente dell'associazione "Pozzo della Polenta", Federico Piersanti, il vicepresidente Carlo Lenci, il Sindaco Matteo Principi e gli assessori Giorgia Fabri e Mauro Montesi. "Possiamo asserirlo in modo ufficiale - ha spiegato il presidente dell'Associazione organizzatrice, Federico Piersanti -: da questa edizione si inizia a pensare per l'edizione che avrà luogo nel 2017 quando, lo ricordiamo, ricorreranno 500 anni esatti dall'assedio". Ecco la prima, importantissima novità che caratterizzerà questa edizione e quelle dei prossimi anni, veri e propri "antipasti" del grande evento del 2017. La contesa infatti da 37 anni rievoca l'assedio della città di Corinaldo del 1517 da parte dell'esercito dello spodestato Duca di Urbino Francesco Maria I della Rovere. Un evento che proprio nel 2017 festeggerà il cinquecentenario e che vede già impegnato Corinaldo nell'organizzare le iniziative in vista di questo importante anniversario.

"Come sempre la manifestazione animerà tutto il paese - ha proseguito Piersanti - da Piazza Gioco del Pallone, nei pressi di via dell'Incancellata, dove si svolgerà sabato 18 luglio l'esibizione dei Cavalieri. Uno degli spettacoli inediti per la Contesa verrà poi ospitato da piazza del Cassero: sabato 18, dalle 22.45, i tamburi del Gruppo Storico "Combusta Revixi" darà vita al nuovo spettacolo dal titolo "I quattro elementi", con effetti scenici entusiasmanti". Ma non finisce certo qui. "Sempre piazza del Cassero - ha puntualizzato ancora il presidente - sarà il luogo dove gli sbandieratori del "Combusta Revixi" metteranno in scena lo spettacolo "Francesco", un chiaro omaggio al santo patrono d'Italia, riletto in chiave più laica. L'orario d'inizio è stabilito per domenica sera alle 22.15, proprio prima della proclamazione del Rione vincitore".

Il quale, come tradizione vuole, legittimerà ulteriormente il proprio trionfo dal classico sparo del Cannone di Fico, a mezzanotte di domenica 19: una circostanza, questa, ormai entrata di diritto nell'immaginario collettivo corinaldese quale definitivo calo di sipario dell'intera manifestazione. Durante la tre giorni di manifestazione, ci sarà inoltre spazio anche per famiglie con bambini: ad esempio, appositamente per loro, in Largo X Agosto verranno realizzati appositi siti dove i più giovani si potranno cimentare con arco e frecce, naturalmente sotto lo sguardo di esperti arcieri. Infine le taverne: ce ne saranno tre (del "Cedro", dello "Sperone, del "Calcinaro" più un punto ristoro in piazza del Terreno) ed ognuna proporrà la tradizionale polenta con, in più, un menu proprio, ricco di specialità locali. "Si sta portando avanti un percorso - ha spiegato il sindaco Principi - grazie ad una serie di iniziative che sono imprescindibili al fine di giungere alla grande all'edizione targata 2017. La "Contesa del Pozzo" coincide con un momento unico, vale a dire ricalcare quelle radici, proprie della nostra comunità, che riconsegnano alla storia di Corinaldo il giusto valore con cui inquadrare le cose. Non è affatto sbagliato sostenere che, in questo modo, si possono osservare e inquadrare le cose con maggior consapevolezza".

Principi, quindi, si è volutamente espresso in modo positivo nei confronti delle numerose Associazioni che, puntualmente, aiutano l'Amministrazione comunale a realizzare molteplici obiettivi. "Sono realtà - ha precisato il Sindaco - che rafforzano il substrato fertile della nostra società. È certo anche merito loro se si respira un autentico amore per Corinaldo, per vivere nella nostra città. Riguardo al turismo, una simile manifestazione non può che invogliare il turista stesso a presenziarvi. Con sempre la stessa finalità: conoscere meglio Corinaldo". Ma la Contesa del Pozzo non è mai fine a se stessa: lo assicura l'assessore alla Cultura Fabri: "Considerato che il concorso fotografico "Carafòli", che avrà luogo a cavallo tra settembre e ottobre, presenta quattro sezioni, di cui una dedicata a questa manifestazione, parteciparvi ed effettuare scatti consiste in una occasione realmente ghiotta per preparare del materiale da spedire, al momento opportuno, all'indirizzo mail del concorso. Riguardo alla manifestazione in sé, invece, presenta davvero tutti gli ingredienti per far rivivere gli antichi fasti. Storia, cultura, fantasia: sono elementi solidi su cui edificare le fondamenta in ottica dell'edizione 2017, verso cui ci stiamo già muovendo. L'obiettivo è evidente: coinvolgere più cittadini, turisti e associazioni possibili, così da creare un percorso in discesa verso l'agognata edizione che ricorrerà tra due anni".

"La "Contesa del Pozzo" - ha concluso l'assessore al Sociale Mauro Montesi - costituisce una occasione unica per coinvolgere l'aspetto sociale, considerato a tutto tondo. Oltre alle già citate presenze che, si prevede, interverranno alla festa, rivolgiamo per un momento il nostro pensiero anche a tutti quei ragazzi che, per consentirne la realizzazione, lavorano fino a notte. Favorendo, in questo modo, anche la propria socializzazione. A mio avviso, questa prerogativa si presenta determinante per accrescere nei giovani il senso di instaurare, migliorandoli fin da subito, rapporti con le altre persone". Appuntamento dunque per il fine settimana a Corinaldo con la tradizionale Contesa del Pozzo della Polenta. Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito web www.pozzodellapolenta.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2015 alle 10:52 sul giornale del 15 luglio 2015 - 858 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di comune di corinaldo, corinaldo, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alUU